Filo spinato e pettorine a righe per rievocare i deportati di Auschwitz, la protesta no green pass a Novara indigna la comunità ebraica

I no green pass a Novara hanno sfilato in centro sotto Comune, Provincia e Prefettura con il filo spinato e le pettorine a righe rimandando ai deportati dei campi di concentramento nazisti. In 150 ieri pomeriggio hanno portato la messa in scena in piazza indignando la comunità ebraica. Non è la prima volta che i detrattori del certificato vaccinale assimilano l’obbligo del green pass al nazismo: a Torino qualche settimana fa i manifestanti avevano bruciato QR code modellati a forma di svastica per protesta.