Presentato il 39° Torino Film Festival: 181 i film partecipanti

Sono 181 i film presentati al 39° Torino Film Festival – di cui 18 lungometraggi, 14 mediometraggi, 59 cortometraggi, 68 anteprime mondiali, 14 anteprime internazionali, 4 anteprime europee e 53 anteprime italiane – selezionati su più di 4500 opere visionate. La kermesse si terrà dal 26 novembre al 4 dicembre 2021.

“La sala cinematografica riconquista la sua centralità nella 39° edizione del Torino Film Festival, – dichiara Enzo Ghigo presidente del Museo Nazionale del Cinema –  la seconda firmata da Stefano Francia di Celle. Un programma bello, molto interessante, ricco di spunti, che ben si accompagna all’istintiva voglia di immergersi nuovamente nel buio cinematografico. È un percorso verso il tanto desiderato ritorno alla normalità, che vede nel cinema, e nella cultura in generale, un forte e fondamentale passaggio nella ricerca di quella protettiva serenità che gli eventi culturali sanno così ben dare.
Il ruolo di un ente come il Museo Nazionale del Cinema è anche questo, saper coinvolgere sia il visitatore che lo spettatore in un’avvolgente accoglienza, nutrendolo di conoscenza e spensieratezza al tempo stesso.
Gli ingredienti ci sono tutti, e che sia un bellissimo 39° Torino Film Festival”.

“L’edizione del 2021 vede un ritorno in grande stile del Torino Film Festival, – afferma Domenico De Gaetano, direttore del Museo Nazionale del Cinema –  capace di stare al passo dei tempi, dei cambiamenti culturali e delle trasformazioni tecnologiche. Un posizionamento internazionale, che si avvale della main media partnership con la Rai e della media partnership con due delle più prestigiose riviste di settore: “Ciak” per il territorio nazionale e “Variety” per il resto del mondo.
Agli ospiti di altissimo livello si aggiungono alcuni appuntamenti che segnano la cifra del festival, la sua anima e la sua forte interazione con il Museo Nazionale del Cinema. Due delle sei masterclass previste nel programma si terranno alla Mole Antonelliana e si inseriscono nel percorso iniziato più di un anno fa dal museo con personaggi del cinema internazionale. Il ruolo formativo del TFF continua proponendo appuntamenti per gli studenti, mentre l’anima giovane del festival ritorna con il restauro di Santa Maradona di Marco Ponti, film simbolo di una generazione”.