Vaccino contro il Covid, ok a terza dose dopo cinque mesi

La terza dose di vaccino anti covid “è cruciale per proteggere meglio noi e chi ci sta accanto. Dopo l’ultimo parere di Aifa”, l’Agenzia italiana del farmaco, “sarà possibile farla a 5 mesi dal completamento del primo ciclo. Vacciniamoci tutti per essere più forti”.

Questo l’annuncio sui social del ministro della Salute, Roberto Speranza. Il via libera alla terza dose di vaccino con un anticipo di ben un mese rispetto a quanto previsto finora, sarebbe arrivato da Aifa e Cts prima dell’annuncio del ministro come emerso durante la riunione tra governo e regioni a Palazzo Chigi.

Contenere la nuova ondata di Covid-19 è uno “sforzo essenziale, fondamentale – ha evidenziato – che ci vede impegnati in modo particolare nella campagna di vaccinazione”. Oggi, ha spiegato ancora, “superiamo l’87% di italiani oltre i 12 anni che hanno fatto la prima dose” di vaccino Covid-19: “Un dato molto molto rilevante, che” però “deve essere considerato non un punto d’arrivo, ma ancora una tappa. “Ogni vaccinato in più significa avere uno scudo più forte e poter affrontare meglio le prossime settimane”, in “questa fase di gestione del Covid che è ancora densa di sfide e di insidie”, ha precisato.



In questo articolo: