A Torino dal 1° gennaio aumenta il costo del biglietto di bus e metro

Dal 1° gennaio 2022 i biglietti e gli abbonamenti per l’utilizzo dei servizi del sistema integrato “Formula” a cui partecipa GTT (escluso Formula U) e dei servizi ferroviari e automobilistici extraurbani espletati dal Gruppo, saranno in vendita con nuovi importi.

L’adeguamento tariffario è conseguenza dell’aggiornamento automatico all’inflazione delle tariffe previste per il trasporto pubblico locale per gli anni 2019-2021 a partire dal 1° gennaio 2022 (approvato con Delibera n. 6/2021 del 20/07/2021 dall’Assemblea dell’Agenzia della Mobilità Piemontese – AMP).

L’operazione comporta, rispetto a quanto in vigore dal primo dicembre 2019, un aumento medio delle tariffe dell’1,51%.
Su questo sito sono disponibili tutte le nuove tariffe.

Metro

Novità dal 1° gennaio 2022 anche per il Biglietto Integrato Metropolitano (BIM) che permette viaggi intermodali su tram, bus, ferrovie e metropolitana.

Sarà disponibile su supporto chip on paper nelle tipologie BIM A e BIM B mentre non sarà più in vendita il BIM U (i titoli che cesseranno la validità saranno validi per viaggiare fino e non oltre il 30 giugno 2022).

Anche i BIM adegueranno le tariffe, secondo quanto previsto dalla Delibera del CdA n° 7 del 26/03/2019.

Il BIM “Integrato A”, valido per 100 minuti dalla convalida (rispetto ai precedenti 90 minuti) sulla rete urbana e suburbana GTT di Torino, sulla metropolitana e sulle linee ferroviarie Trenitalia e GTT entro i limiti della prima cintura, sarà in vendita a € 2,70 anziché € 2,50.

Il BIM “Integrato B”, valido per 120 minuti dalla convalida sulla rete urbana e suburbana GTT di Torino, sulla metropolitana, sulle linee ferroviarie Trenitalia e GTT e su alcune linee automobilistiche extraurbane gestite dal Consorzio Extra.To entro i limiti della seconda cintura, sarà in vendita a € 3,20 anziché a € 3,00.