Aosta, visitata e dimessa per quattro volte, muore bimba di 17 mesi: a processo un medico del Beauregard

Nel febbraio 2020 Valentina Chapellu, bimba di 17 mesi, con sintomi influenzali è morta per una grave insufficienza respiratoria da sovrainfezione batterica. I genitori l’avevano portata per ben quattro volte all’ospedale Beauregard di Aosta, ma per quattro volte è stata dimessa. Ora arriva il rinvio a giudizio per uno dei medici indagati, Marco Aicardi, 38 anni, accusato del reato di omicidio colposo. Fu l’ultimo medico che la visitò l’11 febbraio 2020, 24 ore prima che le condizioni della piccola precipitassero.

Fu richiesto anche un trasferimento dal Beauregard prima al Parini poi all’ospedale Regina Margherita, ma la bimba arrivò a Torino già in coma.

Per i periti del gip Cinzia Immormino e Antonio Francesco Urbino si sarebbe potuto evitare il decesso con un tempestivo ricovero e ci sono “chiari profili di colpa determinati da negligenza e imprudenza nell’operato del medico durante l’accesso al pronto soccorso del Beauregard”. Anche se, sempre secondo i periti, non si poteva prevedere l’aggravamento del quadro per cui si tratta di una “colpa lieve”.

Per le altre due dottoresse, Adriana Bobbio e Catherine Bertone, il pm Francesco Pizzato ha chiesto l’archiviazione dato che quando visitarono la piccola le condizioni non erano così gravi da poter prevedere l’infausto epilogo.

Foto di Tenam2 CC BY-SA 4.0



In questo articolo: