Ripartono i ristoranti: a San Valentino prevista una spesa di 15mln

Secondo una indagine di Fiepet-Confeserenti, sono già tantissime le prenotazioni registrate dai ristoratori torinesi per le cene della festa degli innamorati. San Valentino potrebbe rappresentare un punto di svolta per i pubblici esercizi, dopo un periodo di nuovo caratterizzato da difficoltà e scarsa clientela.


Pare infatti che la previsione sia di una spesa complessiva, a livello piemontese, di circa 15 milioni per le sere non solo di lunedì, ma anche di sabato e domenica. Con un budget per la cena in coppia che potrebbe variare dai 35 ai 50 euro a persona e con menu a costi medio-bassi. La ricaduta c’è anche per le attività di pasticceria: molti – infatti – chiedono anche una torta speciale, fatta a cuore o comunque a tema.

“Speriamo – dice Fulvio Griffa, presidente di Fiepet-Confesercenti – che davvero San Valentino segni il progressivo ritorno della gente nei nostri locali: l’allentamento delle misure anti Covid, come lo stop alle mascherine all’aperto, e la diminuzione dei contagi contribuiscono a riportare la fiducia e la voglia di vivere la ristorazione, dopo il crollo del settore che abbiamo avuto dallo scorso 20 dicembre a causa della recrudescenza della pandemia”.



In questo articolo: