Torino, cibo mal conservato e lavoratore irregolare, denunciato titolare di un circolo privato

Cattiva conservazione del cibo, favoreggiamento e violazione delle norme sull’immigrazione. Sono le accuse per il titolare di il circolo privato in via Biella,  a Torino, denunciato dagli agenti della polizia di Torino.

Durante i controlli nel locale, infatti, gli agenti hanno riscontrato la presenza di due lavoratori che hanno provato a scappare: dai controlli è emerso che  uno di questi è irregolare in quanto senza permesso di soggiorno; l’altro, invece, è riuscito a scappare. Per il primo scatterà il provvedimento di espulsione.

Non solo: all’interno della cucina i poliziotti hanno appurato  che vi erano degli alimenti (carne e pesce) in cattivo stato di conservazione.

Alla luce dei fatti, il presidente del circolo è stato denunciato in stato di libertà per la cattiva conservazione del cibo, per favoreggiamento della persona fuggita e per la violazione delle norme sull’immigrazione avendo impiegato in cucina una persona priva di permesso di soggiorno. Allo stesso tempo, l’uomo è stato anche sanzionato amministrativamente per le diverse violazioni riscontrate all’interno del circolo.

 

 



In questo articolo: