Gianni Minà lancia un crowdfunding per digitalizzare il suo immenso archivio di materiali inediti

Gianni Minà – uno dei più noti e apprezzati giornalisti, scrittore e conduttori televisivi italiani – ha lanciato una campagna di raccolta fondi su Produzioni dal Basso per realizzare il progetto Minà’s Rewind, ovvero la digitalizzazione del suo immenso archivio di materiali inediti, messo insieme in oltre 60 anni di carriera. Minà’s Rewind consiste nel recupero del materiale di un giornalista che ha sviluppato nel tempo un modo di raccontare con un nuovo linguaggio le gesta e le voci di chi ha cercato di cambiare la storia. Attraverso il racconto di questi uomini, si racconta la storia di un Paese e di parte del mondo.

Gianni Minà ha prodotto più di mille ore tra servizi di telegiornali, programmi televisivi e documentari, sottolineando personaggi e fatti che hanno attraversato più di sessant’anni di storia italiana e non solo. Ha collezionato molti scoop e intervistato personalità irraggiungibili: da Maradona a Fidel Castro, da Robert De Niro a Sergio Leone, da Muhammad Ali a Pietro Mennea. Ha esercitato una professione nell’unico modo possibile, il suo, e osservando la sua lunga carriera si è trattato di un modo vincente.

Il progetto, con l’ambizioso obiettivo iniziale di 30.000€, prevede il raggruppamento di tutto il materiale inerente la produzione di Gianni Minà, la trascodifica di tutto il materiale filmico su supporti diversi (vhs, mini-dv, betamax, eccetera, …”) e l’archiviazione di tutto il materiale inerente la produzione di Gianni Minà secondo un ordine ragionato, cronologico e/o di settore (giornalistico, sportivo, culturale, musicale, ecc.) da ospitare sul sito e sui suoi canali social ufficiali. L’iniziativa fa parte di un progetto più ampio basato sulla memoria di Gianni Minà, costituita dai suoi articoli, libri, interviste, documentari, partecipazioni, numeri di Latinoamerica.

La necessità di conservare la memoria e in particolare di raccontare o di sentire raccontata la propria storia, è fondamentale per la crescita personale e sociale di ognuno di noi. La preservazione della memoria è un’azione fondamentale per costruire il significato del proprio presente, alla luce del passato e in vista del futuro. Si arriverà così, partendo da una storia individuale, unica come uniche sono le nostre vite, a raccontare una Storia corale, collettiva, che, nel suo piccolo, permetterà di descrivere il passato, il presente, ma soprattutto di tracciare un futuro.