Cadavere della prof scomparsa ritrovato nella sua macchina carbonizzata, un uomo fermato nella notte conferma il delitto

Ha confessato il delitto della pensionata Norma Megardi l’uomo fermato nella notte su disposizione della Procura di Alessandria. Si tratta di un uomo della zona, condotto in carcere, nella casa circondariale Cantiello e Gaeta verso le 2.30. E’ accusato – spiegano, in una nota, i carabinieri del comando provinciale – di omicidio volontario, incendio e distruzione di cadavere.

Il corpo della donna era stato  trovato lunedì scorso, a Isola Sant’Antonio, in provincia di Alessandria, durante lo spegnimento di un incendio che aveva colpito delle sterpaglie.

Nel corso dell’interrogatorio l’uomo fermato “ha rilasciato dichiarazioni confessorie e agevolato il sequestro di ulteriori reperti”. Già oggi è prevista l’udienza di convalida del fermo dal gip.

 

 



In questo articolo: