Torino: condannato 29enne per aver sequestrato, violentato e minacciato la fidanzata per un mese

Tra giugno e luglio 2021, per un mese, un 29enne ha sequestrato una 20enne violentandola e obbligandola a fare ciò che voleva lui sotto la minaccia di uccidere i genitori e il fratello di lei. Ieri, mercoledì 6 luglio, la condanna del Tribunale di Torino a 7 anni, 11 mesi e 11 giorni di reclusione con l’accusa di violenza sessuale, maltrattamenti, estorsione, minacce e sequestro di persona.

Oltre a imporle quando lavarsi e quando mangiare, l’uomo la costringeva a fingere di essere una coppia felice. Durante il periodo di segregazione il 29enne aveva sottratto alla sua vittima anche il bancomat con cui aveva acquistato un frigorifero, vestiti e scarpe ed un telefono cellulare del valore di circa 5.000 euro.

Foto Paolo Pavan