Nove migranti nascosti in un Tir salvati da morte certa alla stazione di servizio vicino a Ovada

È stato il conducente del Tir ad avvertire la polizia stradale quando ha sentito rumori provenire dal rimorchio. Dopo essersi fermato all’area di servizio di Turchino Est, sull’A26 vicino a Ovada, ha aperto i portelloni e ha fatto la tragica scoperta: nove migranti disidratati e affamati quasi in fin di vita, tanto che per uno di loro si è reso necessario il trasporto in pronto soccorso all’ospedale Villa Scassi di Sampierdarena, a Genova. Gli altri sono stati portati in Questura per l’identificazione. Alcuni non avevano documenti. Provenivano dall’Est Europa.



In questo articolo: