Asti, non risiedevano in Italia ma percepivano il reddito di cittadinanza: 250 beccati dalla GdF

Non hanno risieduto in Italia negli ultimi 10 anni e neanche negli ultimi 2 continuativamente, come prevede uno dei requisiti per percepire il reddito di cittadinanza, ma in 250 nuclei familiari hanno ottenuto più di 1 milione e 600 mila euro nel periodo 2021-2022 dalla Stato Italiano. La Guardia di Finanza di Asti ha scoperto gli illeciti beneficiari dell’aiuto economico che si basa su cittadinanza, residenza, soggiorno, parametri reddituali e patrimoniali e ne ha bloccato parte dell’erogazione impedendo la perdita di ulteriori circa 250 mila euro da parte dell’INPS.

Le famiglie di origine extracomunitaria avevano autocertificato la loro residenza da almeno 10 anni in Italia e per gli ultimi due anni continuativamente, ma in realtà vivevano all’estero.