L’ex sindaca di Torino Chiara Appendino passa al proporzionale, M5S al 12%

L’ex sindaca di Torino, Chiara Appendino, sarà una deputata della Repubblica. In queste ultime elezioni, la Appendino è solo terza nella sfida uninominale ma passa al proporzionale e consolida il risultato dei grillini che fanno il 12%, soprattutto in città.

Più alto il risultato nelle periferie della zona nord, dove Appendino era anche candidata sul collegio uninominale: qui l’ex sindaca si è aggiudicata il 13,8 per cento, arrivando però terza con 26mila voti nella sfida per il seggio maggioritario vinto da Augusta Montaruli di Fdi.

Rimane ancora l’attesa dei dati definitivi che ci diranno dove verrà eletta: Chiara Appendino era capolista in tutte le circoscrizioni piemontesi e, secondo la legge elettorale, l’elezione scatta dove c’è il risultato valido più basso. Potrebbe dunque non essere eletta a Torino, bensì in Piemonte due, lasciando il posto nel capoluogo a Antonino Iaria, ex assessore all’Urbanistica della Città.

Dopo la caduta del governo, l’ex sindaca ha scelto di tornare in campo come figura di punta del M5S, sostenuta da Conte che l’ha prima scelta per la scuola di formazione del partito e poi candidata come capolista in tutte le circoscrizioni piemontesi per la Camera.



In questo articolo: