Eventi, talk e presentazioni, ecco le iniziative di Universo per il Torino Film Festival

Da lunedì 28 a mercoledì 30 novembre, in occasione della 40esima edizione del Torino Film Festival – TFF, l’Università di Torino ha organizzato con il progetto UniVerso – Un osservatorio permanente sulla contemporaneità, una serie di iniziative ed eventi che si inseriscono nel quadro della collaborazione con il festival, ampliata quest’anno con l’allestimento del Media Center presso il complesso dell’Aula Magna della Cavallerizza Reale.

Si comincia lunedì 28 novembre alle ore 16.00, nell’Aula Magna della Cavallerizza Reale (via Verdi 8), in collaborazione con la Consulta Universitaria del Cinema (CUC), con la presentazione del volume L’invenzione del futuro. Trent’anni di cinema, media e università in Italia curato da Giulia Carluccio, Prorettrice dell’Università di Torino, e Adriano D’Aloia, docente all’Università di Bergamo e responsabile comunicazione della CUC, edito da Marsilio.

La storia dell’insegnamento e della ricerca nel campo del cinema, della fotografia e della televisione nell’università italiana corrisponde all’evoluzione di un settore disciplinare che ha progressivamente conquistato una legittimazione scientifica e significativi spazi nei programmi didattici, in costante dialogo con le istituzioni e il mondo delle professioni. In questa vicenda ha avuto e continua ad avere un ruolo decisivo la Consulta Universitaria del Cinema, l’associazione che dal 1990 riunisce le studiose e gli studiosi di media audiovisivi e ne promuove le attività scientifiche e culturali. Questo volume celebra il trentennale della fondazione della CUC ripercorrendo le origini e gli sviluppi, fotografando la situazione attuale e tracciando alcune linee prospettiche per il futuro. Ne emerge un viaggio appassionato nella storia di una comunità in costante crescita, raccontato da una molteplicità di voci e testimonianze capaci di parlare a chiunque ami il cinema e soprattutto a chi sogna di partecipare all’avventura dello studio delle immagini in movimento.

Alla presentazione interverranno, oltre ai curatori, Domenico De Gaetano (Direttore Museo Nazionale del Cinema), Steve Della Casa (Direttore Torino Film Festival), Marta Donzelli (Presidente Centro Sperimentale di Cinematografia), Paolo Manera (Direttore Film Commission Torino Piemonte) e Gabriele Vacis(Drammaturgo e regista teatrale).

Durante la presentazione verranno eseguite una serie di letture a cura di Letizia Russo e Edoardo Roti attori della Compagnia PEM Potenziali Evocati Multimediali, diplomati Scuola del Teatro Stabile di Torino.

Martedì 29 e mercoledì’ 30 novembre 2022, a partire dalle ore 14.30, nel Palazzo del Rettorato dell’Università di Torino (via Po 17) si svolgerà il convegno di studi “Fare l’attore.

Percorsi e dialoghi su formazione e recitazione” organizzato dall’Unità dell’Università di Torino del progetto PRIN 2017 F-Actor. Forme dell’attorialità mediale contemporanea. Formazione, professionalizzazione, discorsi sociali in Italia (2000-2020) (italianperformers.it).

Il convegno rappresenta l’occasione per un approfondimento sulla formazione attoriale in Italia, indagata da diverse prospettive e mediante l’intreccio tra la ricerca accademica e le testimonianze dei professionisti e dei rappresentanti di alcune delle principali istituzioni di didattica per l’attore del nostro paese. In un momento di grandi trasformazioni dell’industria mediale, è importante comprendere come fronteggiare le sfide poste dal cambiamento e progettare sinergie in cui formazione e professionalizzazione siano sempre più organicamente collegate. L’esperienza diretta di pedagoghi e di attori, insieme all’approfondimento dedicato al ruolo dell’agente, aprono alla dimensione concreta della recitazione e offrono una prospettiva ulteriore per la comprensione del mestiere.

Nell’ambito del convegno martedì 29 e mercoledì 30 novembre si terranno inoltre quattro appuntamenti dedicati alle attrici e agli attori. Quattro dialoghi per conoscere da vicino gli aspetti meno noti del mestiere della recitazione – dal periodo di formazione alla gestione della carriera – che vedranno la partecipazione di noti pedagoghi, scuole e istituzioni di rilevanza nazionale e dell’attrice Sonia Bergamasco.

 

29 novembre, ore 17.30

Verso il set: il ruolo dell’agente

Daniele Orazi (DO Cinema) dialoga con Mariapaola Pierini (Università di Torino)

Nel mondo della produzione audiovisiva e dello spettacolo, l’agente è un ruolo tanto fondamentale quanto poco conosciuto. Rappresenta attori e attrici di fama ma è anche uno scopritore e promotore di nuovi talenti. Questo è il caso di Daniele Orazi, uno dei più importanti agenti italiani, direttore dell’agenzia DO Cinema. Il dialogo ci condurrà a scoprire il lavoro dell’agente, e in particolare il ruolo svolto nei primi passi della carriera, nel passaggio dalla formazione al set.

 

30 novembre, ore 11.15

Attorno e dentro la recitazione: il corpo

Francesco Manetti (Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico), Alessio Maria Romano(Scuola per Attori Luca Ronconi del Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa), Sarah Silvagni (Scuola d’Arte Cinematografica Gian Maria Volonté) dialogano con Federica Mazzocchi (Università di Torino)

Per l’attore, il corpo è uno strumento espressivo primario, e le più autorevoli scuole di recitazione prevedono percorsi specifici dedicati al movimento e all’espressione. Il dialogo sarà l’occasione per fare finalmente luce su questo aspetto, e riflettere sui metodi e gli approcci alla formazione del corpo di chi recita attraverso il confronto tra importanti pedagoghi che al movimento hanno dedicato la loro ricerca e la loro pratica didattica.

 

30 novembre, ore 12.30

Formazione e carriera: il mestiere dell’attrice

Sonia Bergamasco dialoga con Mariapaola Pierini e Armando Petrini (Università di Torino)

Sonia Bergamasco è tra le attrici più note e apprezzate del panorama italiano. Diplomata in pianoforte al Conservatorio, ha poi proseguito la sua formazione d’attrice al Piccolo Teatro di Milano. Da qui è iniziata una carriera segnata da collaborazioni con importanti personalità artistiche, in cui si sono alternati cinema, teatro, televisione, musica, percorsi sperimentali e film di grandissimo successo. Un percorso di instancabile ricerca e approfondimento sul ruolo e il senso di essere attrice oggi.

 

30 novembre, ore 17.15

Fare gli attori di domani

Marta Donzelli (Centro Sperimentale di Cinematografia – Scuola Nazionale di Cinema), Laura Muccino e Nicoletta Robello (Scuola d’Arte Cinematografica Gian Maria Volonté), Barbara Ferrato (Scuola per Attori Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale), Paolo Manera (Film Commission Torino Piemonte) dialogano con Emiliano Morreale (Università di Roma Sapienza)

Cosa significa formare gli attori oggi? Quali le sfide e i problemi che le scuole di recitazione devono fronteggiare nel contesto di rapidi mutamenti dello scenario produttivo? Come pianificare il passaggio dalla fase di apprendimento alla professione vera e propria? Un incontro tra i rappresentanti di due principali istituzioni di formazione per il cinema – la storica Scuola Nazionale di Cinema del Centro Sperimentale e la più recente Scuola d’arte Cinematografica Gian Maria Volonté – della scuola per attori del Teatro Stabile di Torino e della Film Commission Torino Piemonte, per ragionare su questi temi in una prospettiva nazionale e locale.