David Bowie – Steve Schapiro: America. Sogni. Diritti

Parte oggi la mostra, presso l’Archivio di Stato di Torino, “David Bowie -Steve Schapiro: America. Sogni. Diritti.”, che sarà visitabile sino al 26 febbraio 2023.
Un vero viaggio tra il Bowie del periodo americano e l’incredibile percorso di vita di Steve Schapiro, fotografo che ha accompagnato l’America degli anni ‘60 nei suoi momenti più drammatici, come il periodo della lotta per i diritti civili o la vicinanza alla storica scena del cinema americano di quegli anni.
La mostra è ovviamente incentrata sul momento epico ma anche difficile della carriera di David Bowie, quella che lo ha portato negli States ed a lasciare la terra di Albione e a percorre nuove strade artistiche e anche personali, come il complicato rapporto con le droghe.

Schapiro, nato a Brooklyn nel 1934 e purtroppo mancato pochi mesi fa, viene considerato uno dei maggiori fotografi dell’epoca. Ci sono le sue opere di fotoreporter e fotografo di scena, proprio con Bowie, con cui sviluppò un forte legame di amicizia ed intensa collaborazione. Celebri i suoi scatti usati per gli Album “Low” e “Station to Station”, oltre a Bowie ritratto in contesti liberi, come le celebri foto in cui dipinge l’albero della vita, ispirato dal mondo della cabala. Davvero d’impatto le foto tratte dal Set del film L’Uomo che Cadde Sulla Terra (The Man Who Fell to Earth), con un Bowie immortalato nelle scene di trucco con i suoi occhi alieni.

Ma grande risalto viene dato anche agli scatti attraverso cui Schapiro immortala alcuni dei momenti salienti della società americana degli anni ’60 e ’70, di cui è testimone diretto, dall’ascesa di Martin Luther King e del movimento per gli Human Rights, fino alla sua morte ed alla celebre foto della sua camera il giorno dopo. Non mancano i Kennedy, ritratti in mezzo alla folla e soprattutto la sua grande attività come fotografo di scena, con soggetti ormai diventati immortali, Da Buster Keaton a Magritte, fino agli anni ‘70, con Scorsese, Dustin Hoffman e soprattutto Robert De Niro con le sue celebri foto sul set di “Taxi Driver”, oltre a quelle de Il Padrino (The Godfather) e Apocalypse Now. Veramente da non perdere!

Dove: Archivio di Stato di Torino Sezione Corte. Ingresso da piazzetta Mollino 1

Quando: dal 1 dicembre 2022 al 26 febbraio 2023

Aperture e orari: giovedì-venerdì 15-19; sabato-domenica 11-20; festivi: 8 dicembre, 26 dicembre, 1 e 6 gennaio 11-20; chiusura 25/12 -31/12.

Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura.

Biglietti: intero 12€; ridotto 9€ (U18, O65, tesserati AICS, abbonati GTT, Musei Piemonte e Valle D’Aosta, Teatro Concordia).

I biglietti si possono acquistare on line su Ticket.it e all’ingresso della mostra.

Per informazioni: 011 535529