20 mila partecipanti e quattro “Teste d’Aj” per il Bagna Cauda Day 2022

Piero Bava, Caterina e Giorgio Calabrese, Carlotta Gamba e Carlotta Castelnovi sono stati premiati “Teste d’Aj” 2022. I quattro vincitori sono stati premiati domenica 4 dicembre durante i festeggiamenti del Bagna Cauda Day 2022. L’edizione di quest’anno ha registrato un record di partecipanti: sono stati oltre 20 mila i bagnacaudisti che hanno preso parte al concorso, per un totale di 150 locali coinvolti dal Piemonte a Shanghai, passando per New York. Tutti i premiati hanno ricevuto un’opera d’arte fatta a forma di testa d’aglio creata dal giovane artista Pedro Porro.

Sergio Miravalle, dell’Associazione Astigiani, ha ricordato le origini del Bagna Cauda Day, ricordandone i valori fondanti: “Un evento che da Asti ha saputo diffondersi nel mondo, una festa che gli astigiani hanno adottato cogliendo l’occasione per invitare amici e parenti e infine a conferma del successo le molte imitazioni, ma ricordiamo ma il Bagna Cauda Day e il suo logo sono un marchio registrato e soprattutto aggiungiamo l’ingrediente segreto dell’ironia che ci contraddistingue”.

Il 91enne Pietro Bava, produttore vitivinicolo, ha ricordato le origini del suo amore per la specialità piemontese: “Già da bambino mangiavo la bagna cauda nella sciunfetta: pucciavo a fondo e mia nonna mi dava una sberla perché portavo via la parte più buona.” Come delegato dell’Accademia italiana della Cucina, Bava ha dichiarato che si impegnerà a depositare da un notaio la ricetta originale della Bagna Cauda per tutelarla dalle imitazioni.

Ha riflettuto sulla crema d’aglio come fonte di socialità Carlotta Castelnovi, pittrice genovese con profondi legami con Asti: “Dovevo mettere tutto insieme: la bagna cauda, le verdure, il campo da calcio e gli italiani esclusi dai mondiali. Sono una vera testa d’aj perché ho la perseveranza nel momento giusto”.

Ha commentato la premiazione in diretta video da Roma Carlotta Gamba, attrice astigiana scelta per interpretare Beatrice nel film su Dante di Pupi Avati: “La mia famiglia cucinava la bagna cauda, ma a noi bambini ci tenevano lontani. Era un rito per gente adulta. È il primo premio che ricevo nella mia carriera, a Roma mi considerano troppo sabauda.”

Infine il medico nutrizionista Giorgio Calabrese e Caterina Calabrese, tecnologa alimentare, sono intervenuti sulle proprietà benefiche degli ingredienti della Bagna cauda: ““Verdure, olio extra vergine, aglio, acciughe, tutti ingredienti ottimi e salutari”.



In questo articolo: