Seguici su

Cronaca

L’orrido di Foresto restituisce il cadavere dell’alpinista scomparso da tre giorni

Il ritrovamento nel pomeriggio di ieri, sabato 9 settembre. La vittima è Mattia Dipasquale

Sandro Marotta

Pubblicato

il

elisoccorso

Susa – Nel pomeriggio di ieri è stato trovato senza vita il corpo di Mattia Dipasquale, alpinista di 32 anni scomparso lo scorso 7 settembre. Il cadavere si trovava nei pressi dell’orrido di Foresto, in val Susa; il ritrovamento è stato permesso dalle operazioni di ricerca condotte dal Soccorso Alpino, dai Vigili del Fuoco e dalla guardia di finanza dopo la denuncia di scomparsa da parte dei familiari e il ritrovamento dell’auto del 32enne a Bussoleno.

Saranno avviate le indagini per accertare le cause del decesso.

Iscrivi al canale Quotidiano Piemontese su WhatsApp, segui la nostra pagina Facebook e continua a leggere Quotidiano Piemontese

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv

Dalla home

adv

Facebook

adv