Seguici su

Enogastronomia

Alle Nitto ATP Finals anche Coldiretti Torino per promuovere oli e vini eroici del Torinese

Gli eventi di Coldiretti Torino sono un contributo alla promozione del nostro agroalimentare

Redazione Quotidiano Piemontese

Pubblicato

il

TORINO – Coldiretti Torino sarà presente alle Nitto ATP Finals con alcuni appuntamenti inseriti nel programma di eventi collaterali promosso dalla Camera di Commercio. Per Coldiretti Torino è il terzo anno di collaborazione con questo grande appuntamento del tennis mondiale.

Gli eventi di Coldiretti Torino sono un contributo alla promozione del nostro agroalimentare, soprattutto per quelle produzioni emergenti che avranno un importante futuro con il cambiamento climatico.

«Abbiamo voluto portare all’attenzione del pubblico delle Nitto ATP Finals due settori agricoli che, a causa dell’innalzamento delle temperature, si stanno rivelando di grande interesse per il nostro territorio ma che non sono ancora conosciuti dal largo pubblico: come i vini di montagna e gli oli delle zone collinari e pedemontane» spiega il presidente di Coldiretti Torino, Bruno Mecca Cici.

Così, Coldiretti Torino propone un appuntamento dedicato agli assaggi degli oli della provincia di Torino (Pinerolese, Bassa valle di Susa, Colline moreniche canavesane, Collina torinese) in collaborazione con Unaprol, la grande rappresentanza degli olivicoltori italiani della famiglia Coldiretti. Un altro appuntamento è dedicato agli assaggi dei vini minori delle valli torinesi (Ramìe, Avanà, Baratuciat).

L’assaggio dei vini di montagna sarà abbinato alla degustazione di carne di bovini di Razza Piemontese offerto dall’Associazione provinciale macellai: tre macellai prepareranno una racchetta di sfoglia con pallina di carne piemontese.

Per scoprire uno dei territori dei vini eroici, la bassa val Germanasca, Coldiretti Torino organizza anche un tour con posti limitati, nel programma visite alle vigne e alle cantine e pranzo in agriturismo.

«L’abbinamento – spiega il presidente di Coldiretti Torino, Bruno Mecca Cici – tra la pregiata carne piemontese e i vini delle valli che stanno raggiungendo qualità un tempo impensabili è immaginato per esaltare al massimo lo spirito delle produzioni agricole della provincia di Torino.

Il nostro territorio è, infatti, uno dei distretti piemontesi più importante per la qualità della carne piemontese, una qualità che vogliamo sia indicata anche nei menù dei ristoranti. Anche quando si tratta di carne macinata deve essere certificata la vera origine da bovino di Razza Piemontese e per questo corrispondere il giusto prezzo agli allevatori. Per questo abbiamo chiesto ai parlamentari piemontesi di farsi promotori di un Progetto di legge che garantisca la tracciabilità».

«Questi contributi – conclude il presidente – alla promozione dell’enogastronomia della provincia di Torino nel corso di un grande evento sportivo sono organizzati da Coldiretti Torino nella speranza che Torino possa sempre più crescere come destinazione di turismo enogastronomico insieme alle sue montagne e campagne».

Ecco il programma completo:

Lunedì 13 novembre

“Tour dei vini eroici della val Germanasca”

Visiteremo le miniere di talco dove si affina lo spumante da uve del versante pedemontano pinerolese. Poi visiteremo a Pomaretto le vigne a picco culla valle delle uve che compongono il vino Ramìe e pranzeremo nell’agriturismo di Campagna Amica “La Chabranda” con piatti occitani e piemontesi.

Mercoledì 15 novembre

“La sorpresa dell’olio torinese: assaggi guidati delle colline e delle vallate della provincia di Torino”

Dalle 17:30 alle 18:30, guidati da Nicola Di Noia, direttore di Unaprol e responsabile di Evooschool, degusteremo 6 oli differenti della provincia di Torino cercando di cogliere tutti i pregi ma anche i difetti di prodotti di territorio dove l’olio era un’antica produzione che ritorna oggi con il clima che cambia. Alla degustazione parteciperanno i produttori e i responsabili dell’Associazione piemontese olivicoltori.

Giovedì 16 novembre

“Game, set, meat and wine: la carne di razza piemontese e i vini eroici delle montagne torinesi scendono in campo”

Dalle 16 alle 17 una collaborazione tra Coldiretti Torino e l’Associazione provinciale macellai. Degustazione sportiva che vede confrontarsi due eccellenze della produzione enogastronomica locale: Racchetta di pasta sfoglia su pallina di battuta di fassona glassata con zabaione “sbagliato” e granella di pistacchio, su campo da tennis” VS i vini eroici delle montagne torinesi Pinerolese Ramìe, Valsusa Avanà e Baratuciat. Saranno presenti i macellai che offrono le preparazioni e i produttori di vini eroici.

I vini saranno degustati con la guida di un sommelier FISAR.

Le degustazioni si terranno presso Casa Gusto allestita negli Archivio di Stato di Torino, in piazzetta Mollino 209 (accanto al Teatro Regio). Costo: 5 € a persona. Gratuite per i possessori di biglietto delle Nitto ATP Finals (da presentare all’ingresso). Il ricavato sarà devoluto a favore della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro per sostenere le attività di cura e ricerca sul cancro dell’Istituto di Candiolo – IRCCS.

Per partecipare alle degustazioni e al tour è necessario scaricare e prenotare con l’app DICE, disponibile su Google Store e Apple Store (https://dice.fm/venue/nitto-atp-finals-2023-torino–casa-gusto-a5qx). Una volta installata l’app, occorre seguire le istruzioni per la prenotazione.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *