Seguici su

Turismo

Firmato l’accordo per la riapertura della funivia del Mottarone

Il progetto prevede il ripristino della funzionalità dei due tronchi funiviari e la dotazione con le più recenti attrezzature di sicurezza e di controllo

Avatar

Pubblicato

il

BAVENO – È stato firmato a Baveno, in apertura del Forum internazionale del turismo, l’accordo per la riapertura della funivia del Mottarone, chiusa a seguito del drammatico incidente del maggio 2021.
L’accordo è stato sottoscritto dalla ministra Daniela Santanchè, dal presidente della Regione Alberto Cirio e dalla sindaca di Stresa Marcella Severino e prevede il finanziamento del progetto predisposto da Monterosa 2000, la società pubblica della Regione Piemonte che gestisce gli impianti di risalita del Monterosa, del valore di 15 milioni di euro.

Il progetto prevede il ripristino della funzionalità dei due tronchi funiviari e la dotazione con le più recenti attrezzature di sicurezza e di controllo. Saranno anche completamente rinnovate le tre stazioni con un progetto innovativo e di grande appeal turistico. I lavori partiranno entro i primi sei mesi del 2024 e la nuova funivia sarà operativa per l’estate del 2025.

“Il primo fatto concreto di questo forum. Dalle parole ai fatti”, commenta il ministro del Turismo Daniela Santanchè.

“Era doveroso arrivare qui oggi con una risposta a questa comunità profondamente ferita dalla tragedia del 2021. Ringrazio il ministro Santanchè per aver individuato insieme alla Regione le risorse necessarie a realizzare quest’opera fondamentale in tempi certi per restituire a questo territorio un’infrastruttura turistica strategica e necessaria”, dichiara il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio.

“Il ripristino della funivia del Mottarone permetterà al Lago Maggiore di ampliare la propria stagionalità e quindi anche offerta turistica. I dati della dei primi nove mesi dell’anno ci confermano come il turismo dei nostri laghi abbia registrato un +24% di presenze rispetto al 2019, di cui la maggior parte di europei e americani”, dichiara l’assessore regionale al Turismo, Vittoria Poggio.

“Abbiamo mantenuto l’impegno di presentare un progetto finanziato da ministero e regione Piemonte entro al fine di questo mese: così é stato fatto all’interno di un evento nazionale dedicato al turismo e quindi adesso partirà un percorso per la definizione del progetto”, aggiunge l’assessore regionale all’ambiente Matteo Marnati.

“Sono molto orgogliosa di questo risultato che oggi abbiamo raggiunto: concretezza, finalmente la ricostruzione è una certezza è ringrazio il presidente della Regione e il ministro perché hanno dimostrato vicinanza a questo territorio. È una ferita che rimarrà ma dobbiamo andare avanti”, aggiunge la sindaca di Stresa Marcella Severino.

“Monterosa 2000 S.p.A. è onorata di prestare i propri servizi al nostro Piemonte e al territorio di Stresa e opererà con determinazione, competenza e diligenza affinché il progetto di rifacimento dell’impianto funiviario del Mottarone giunga a compimento nel minor tempo possibile e con la migliore soluzione tecnica che si renderà possibile realizzare, con particolare riguardo alle tematiche inerenti la sicurezza del trasporto e per il rilancio turistico della località”, sottolinea il direttore di Monterosa 2000, Andrea Colla.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *