Seguici su

Sport

Sara Gama annuncia l’addio alla Nazionale di calcio femminile

Alla calciatrice azzurra è stata dedicata anche una Barbie

Avatar

Pubblicato

il

TORINOSara Gama, capitana della Juventus Woman e della Nazionale italiana di calcio, ha annunciato oggi la decisione di lasciare la maglia azzurra. “È stato un viaggio straordinario che, iniziato quasi vent’anni fa dalle nazionali giovanili, è passato attraverso incredibili emozioni e grandi cambiamenti. – ha scritto Gama su Instagram
Ho dato tutto e deciso di lasciare d’accordo con il CT che fin da subito, con grande rispetto, ha condiviso con me ogni passaggio di questo momento. Ho deciso di lasciare adesso, all’inizio di un nuovo ciclo nel quale ho dato il mio contributo per gettare solide fondamenta per il futuro e trasmettere i giusti valori a un gruppo che ha nuovamente dimostrato le sue grandi potenzialità”.

L’addio sarà con la partita di venerdì pomeriggio a Coverciano, contro l’Irlanda, inizio del percorso del nuovo tecnico Andrea Soncin. Prima della partita sarà il presidente della Figc Gabriele Gravina a consegnare una maglia celebrativa all’atleta simbolo della crescita importante avuta dal calcio femminili in Italia negli ultimi anni. A Sara Gama è stata dedicata anche una Barbie.

“Lascio qui, – continua – dove tutto è iniziato, passando dalla nostra Coverciano e da una città che gli appassionati sanno esser stata testimone d’importanti passi della nostra Nazionale.
Qui, nella culla del nostro calcio, dove sono cresciuta e ho imparato molto dalle persone che ho incontrato sul mio cammino.
E allora grazie a tutti coloro che hanno condiviso la nostra storia.
Alla mia famiglia, alle mie compagne, agli staff, agli addetti ai lavori, ai tifosi.
A tutte e tutti noi che, insieme, siamo l’azzurro.
Ho usato il mio corpo e la mia mente per giocare. Li ho usati anche per parlare e cercare di ispirare, dentro e fuori dal campo. Oggi posso dire che alcune di queste parole e gesti sono serviti. Questa consapevolezza e l’amore per questo gioco e questa maglia sarà quanto porterò con me. Grazie a chi mi ha voluto bene e si è sentito rappresentato con me in questa maglia Azzurra. Di certo, io mi sono sentita espressa in essa.
Grazie alle persone, perché sono le persone che fanno la differenza e noi ne abbiamo fatta tanta”.

Iscrivi al canale Quotidiano Piemontese su WhatsApp, segui la nostra pagina Facebook e continua a leggere Quotidiano Piemontese

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *