Ultimo aggionamento: 29-07-2015 - 15:29 | Oggi: degrado cassa integrazione glbt via roma parchi

È il Verbano-Cusio-Ossola la Provincia più efficiente d’Italia. Questo, almeno, secondo lo studio che l’istituto Datamonitor ha condotto fra il 26 aprile e il 20 luglio di quest’anno su di un campione di 105.100 di maggiorenni residenti in province italiane. È proprio il Piemonte a fare la parte del leone con il Verbano-Cusio-Ossola che con un gradimento del 55,3% precede di un soffio la provincia di Biella (55%). Sesta è Asti con il 54,2%, mentre Cuneo è decima con il 53,6%. Scendendo sino alla ventesima posizione si incontrano anche Alessandria (tredicesima con il 53%) e Novara (diciannovesima con 52,2%). Il dato più evidente che emerge è come le prime due province siano quelle di più recente costituzione sul territorio piemontese. Proprio nei mesi in cui era più intenso il dibattito sull’abolizione delle province per ridurre i costi della pubblica amministrazione, il campione è stato intervistato in merito alla qualità di sedici servizi fra cui: ambiente, rifiuti, agricoltura, caccia e pesca, centri per l’impiego, formazione, servizi alle imprese, cultura, turismo, viabilità, edilizia, urbanistica, protezione civile e sicurezza. Anche nella classifica dei presidenti di Provincia il più apprezzato del Piemonte è Massimo Nobili del Vco, quattordicesimo con un gradimento del 60,4%. Il presidente della provincia di Torino Antonino Saitta è poco distante, diciassettesimo con il 60,1%, mentre Maria Teresa Amorosino (Asti) è trentesima con il 57,1%.

È il Verbano-Cusio-Ossola la Provincia più efficiente d’Italia. Questo, almeno, secondo lo studio che l’istituto Datamonitor ha condotto fra il 26 aprile e il 20 luglio di quest’anno su di un campione di 105.100 di maggiorenni residenti in province italiane. È proprio il Piemonte a fare la parte del leone con il Verbano-Cusio-Ossola che con un gradimento del 55,3% precede di un soffio la provincia di Biella (55%). Sesta è Asti con il 54,2%, mentre Cuneo è decima con il 53,6%. Scendendo sino alla ventesima posizione si incontrano anche Alessandria (tredicesima con il 53%) e Novara (diciannovesima con 52,2%).

Il dato più evidente che emerge è come le prime due province siano quelle di più recente costituzione sul territorio piemontese. Proprio nei mesi in cui era più intenso il dibattito sull’abolizione delle province per ridurre i costi della pubblica amministrazione, il campione è stato intervistato in merito alla qualità di sedici servizi fra cui: ambiente, rifiuti, agricoltura, caccia e pesca, centri per l’impiego, formazione, servizi alle imprese, cultura, turismo, viabilità, edilizia, urbanistica, protezione civile e sicurezza.

Anche nella classifica dei presidenti di Provincia il più apprezzato del Piemonte è Massimo Nobili del Vco, quattordicesimo con un gradimento del 60,4%. Il presidente della provincia di Torino Antonino Saitta è poco distante, diciassettesimo con il 60,1%, mentre Maria Teresa Amorosino (Asti) è trentesima con il 57,1%.