Quantcast
Ultimo aggionamento: 07-12-2016 - 20:28 | Oggi: autopsia Damanhur spaccio sciopero presidio gtt

La “tregua” delle ultime settimane finirà domani alle 9. A quell’ora i circa settanta proprietari dei 39 terreni che Ltf dovrà acquisire in località Maddalena di Chiomonte verranno chiamati a piccoli gruppi per definire, insieme a un legale e a un tecnico, l’entità del rimborso: la base di partenza della trattativa dovrebbe essere di 4 euro al metro quadrato ma questa cifra verrà relazionata al numero di anni previsti per il cantiere esplorativo del tunnel della Torino-Lione. Su quei terreni verranno avviati i lavori del cunicolo esplorativo della Tav. Nella giornata di domani verranno scattate fotografie che dovranno documentare lo stato dei terreni antecedente all’inizio dei lavori. Il movimento NoTav in concomitanza con l’inizio dell’acquisizione temporanea dei terreni privati ha organizzato per questa sera (ore 20) un’assemblea popolare a Giaglione con successiva fiaccolata per raggiungere la Val Clarea. Sulla pagina Facebook No Tav il movimento invita, per domani mattina, mercoledì 11 aprile, i comuni di Gravere, Chiomonte, Exilles e Alta Valle a ritrovarsi al cancello d’ingresso dell’Avanà Chiomonte per dare sostegno ai proprietari. Alle 17 l’appuntamento è al presidio internazionale di Susa dove si farà il punto della situazione e si organizzeranno le successive iniziative. Proprio ieri Massimo Montebove, consigliere nazionale per il Piemonte del sindacato di polizia Sap, ha ufficializzato la chiusura delle indagini della magistratura in merito ai disordini della scorsa estate in Valsusa nei quali sarebbero stati feriti 200 agenti di polizia: “Ci sono danni per milioni di euro - prosegue il sindacalista- perché bisogna considerare, oltre al ferimento di persone e alla distruzione di cose, anche le spese dell'apparato della sicurezza che lo Stato è stato costretto a mettere in piede per controllare i facinorosi, i risarcimenti materiali e morali per i poliziotti e i cittadini feriti, i mancati introiti di ristoranti, bar, negozi ed alberghi per via della fuga dei turisti dalla Valsusa”. Montebove ha auspicato che anche le istituzioni regionali si affianchino alle forze di polizia costituendosi parte civile. Intanto per domani, in concomitanza con la prima giornata di espropri, è prevista una mobilitazione nazionale del movimento No Tav. Ecco luoghi e orari (definiti sino alle ore 9 di martedì 10 aprile) dei presidi organizzati nei capoluoghi e nelle città di tutta Italia per la giornata di mercoledì 11 aprile: MILANO 11 aprile ore 18.00 piazzale Cadorna ROMA 11 aprile ore 17.00 piazzale Tiburtino (altri appuntamenti su romanotav.info) TORINO 11 aprile ore 18.00 piazza Castello (per tutta la giornata infopoint alla tenda del presidio ascoltateli) PALERMO 11 aprile ore 16.30 corteo partenza ore 16.30 teatro Massimo SIRACUSA 11 aprile ore 18.00 largo XXV aprile NAPOLI BOSCOREALE 11 aprile ore 20.30 rotonda di via Panoramica VENEZIA 11 aprile ore 16.00 campo San Giacomo FIRENZE 11 aprile ore 18.00 ponte al pino (di fronte al cantiere tav) PADOVA 11 aprile ore 18.00 piazza delle Erbe 12 aprile ore 17.00 in bici da via Marzolo PARMA 11 aprile ore 17.30 via Repubblica (in fronte a questura) ROVIGO 11 aprile ore 15.00 piazza Matteotti NUORO 11 aprile ore 18.30 piazza Sardegna (quadrivio) UDINE 11 aprile ore 17.30 piazzale della stazione (viale Europa Unita) BERGAMO 11 aprile dalle ore 14.00 alle ore 20.00 piazzale stazione ff.ss. PISTOIA 11 aprile ore 10.00 piazza Duomo (davanti prefettura) ore 16.00 piazza Gavinana (a seguire lezione prof. Cancelli No Tav Valle di Susa) TRIESTE 11 aprile ore 17.30 via delle Torri (dietro p.s. Antonio) REGGIO EMILIA 11 aprile ore 17.30 rotonda antistante cantiere tav della stazione Mediopadana TRENTO 11 aprile ore 18.00 piazza Duomo LIVORNO 11 aprile ore 17.30 viale Carducci angolo Bar “Il Tramezzino” CREMONA 11 aprile ore 17.00 piazza Roma LA SPEZIA 11 aprile ore 17.00 stazione centrale VERCELLI 11 aprile dalle ore 10.00 alle 19.00 piazza Cavour ALBA 11 aprile ore16.30 via Vittorio Emanuele angolo via Paruzza BASSANO DEL GRAPPA 11 aprile ore 18.00 stazione dei treni PINEROLO 11 aprile ore 18.00 piazza Facta BIELLA 11 aprile ore 17.30 davanti Esselunga ERCOLANO 11 aprile ore 18.00 piazza Pugliano DESENZANO DEL GARDA 11 aprile ore 18.00 piazza Malvezzi BRESCIA 10 aprile ore 20.45 assemblea al Magazzino 47 MANTOVA 10 aprile ore 21.00 via Chiesa Nuova 10 NOVI LIGURE 11 aprile ore 17.00 piazza Collegiata CUNEO 11 aprile ore 17.00 piazzale stazione ferroviaria PORDENONE 11 aprile ore 17.30 viale Mazzini davanti stazione ferroviaria FANO 11 aprile ore 17.30 via Serravalle 16 SAVONA 13 aprile ore 17.30 piazza Sisto IV

La “tregua” delle ultime settimane finirà domani alle 9. A quell’ora i circa settanta proprietari dei 39 terreni che Ltf dovrà acquisire in località Maddalena di Chiomonte verranno chiamati a piccoli gruppi per definire, insieme a un legale e a un tecnico, l’entità del rimborso: la base di partenza della trattativa dovrebbe essere di 4 euro al metro quadrato ma questa cifra verrà relazionata al numero di anni previsti per il cantiere esplorativo del tunnel della Torino-Lione. Su quei terreni verranno avviati i lavori del cunicolo esplorativo della Tav. Nella giornata di domani verranno scattate fotografie che dovranno documentare lo stato dei terreni antecedente all’inizio dei lavori.

Il movimento NoTav in concomitanza con l’inizio dell’acquisizione temporanea dei terreni privati ha organizzato per questa sera (ore 20) un’assemblea popolare a Giaglione con successiva fiaccolata per raggiungere la Val Clarea. Sulla pagina Facebook No Tav il movimento invita, per domani mattina, mercoledì 11 aprile, i comuni di Gravere, Chiomonte, Exilles e Alta Valle a ritrovarsi al cancello d’ingresso dell’Avanà Chiomonte per dare sostegno ai proprietari. Alle 17 l’appuntamento è al presidio internazionale di Susa dove si farà il punto della situazione e si organizzeranno le successive iniziative.

Proprio ieri Massimo Montebove, consigliere nazionale per il Piemonte del sindacato di polizia Sap, ha ufficializzato la chiusura delle indagini della magistratura in merito ai disordini della scorsa estate in Valsusa nei quali sarebbero stati feriti 200 agenti di polizia: “Ci sono danni per milioni di euro – prosegue il sindacalista- perché bisogna considerare, oltre al ferimento di persone e alla distruzione di cose, anche le spese dell’apparato della sicurezza che lo Stato è stato costretto a mettere in piede per controllare i facinorosi, i risarcimenti materiali e morali per i poliziotti e i cittadini feriti, i mancati introiti di ristoranti, bar, negozi ed alberghi per via della fuga dei turisti dalla Valsusa”. Montebove ha auspicato che anche le istituzioni regionali si affianchino alle forze di polizia costituendosi parte civile.

Intanto per domani, in concomitanza con la prima giornata di espropri, è prevista una mobilitazione nazionale del movimento No Tav. Ecco luoghi e orari (definiti sino alle ore 9 di martedì 10 aprile) dei presidi organizzati nei capoluoghi e nelle città di tutta Italia per la giornata di mercoledì 11 aprile:

MILANO 11 aprile ore 18.00 piazzale Cadorna

ROMA 11 aprile ore 17.00 piazzale Tiburtino (altri appuntamenti su romanotav.info)

TORINO 11 aprile ore 18.00 piazza Castello (per tutta la giornata infopoint alla tenda del presidio ascoltateli)

PALERMO 11 aprile ore 16.30 corteo partenza ore 16.30 teatro Massimo

SIRACUSA 11 aprile ore 18.00 largo XXV aprile

NAPOLI BOSCOREALE 11 aprile ore 20.30 rotonda di via Panoramica

VENEZIA 11 aprile ore 16.00 campo San Giacomo

FIRENZE 11 aprile ore 18.00 ponte al pino (di fronte al cantiere tav)

PADOVA 11 aprile ore 18.00 piazza delle Erbe 12 aprile ore 17.00 in bici da via Marzolo

PARMA 11 aprile ore 17.30 via Repubblica (in fronte a questura)

ROVIGO 11 aprile ore 15.00 piazza Matteotti

NUORO 11 aprile ore 18.30 piazza Sardegna (quadrivio)

UDINE 11 aprile ore 17.30 piazzale della stazione (viale Europa Unita)

BERGAMO 11 aprile dalle ore 14.00 alle ore 20.00 piazzale stazione ff.ss.

PISTOIA 11 aprile ore 10.00 piazza Duomo (davanti prefettura) ore 16.00 piazza Gavinana (a seguire lezione prof. Cancelli No Tav Valle di Susa)

TRIESTE 11 aprile ore 17.30 via delle Torri (dietro p.s. Antonio)

REGGIO EMILIA 11 aprile ore 17.30 rotonda antistante cantiere tav della stazione Mediopadana

TRENTO 11 aprile ore 18.00 piazza Duomo

LIVORNO 11 aprile ore 17.30 viale Carducci angolo Bar “Il Tramezzino”

CREMONA 11 aprile ore 17.00 piazza Roma

LA SPEZIA 11 aprile ore 17.00 stazione centrale

VERCELLI 11 aprile dalle ore 10.00 alle 19.00 piazza Cavour

ALBA 11 aprile ore16.30 via Vittorio Emanuele angolo via Paruzza

BASSANO DEL GRAPPA 11 aprile ore 18.00 stazione dei treni

PINEROLO 11 aprile ore 18.00 piazza Facta

BIELLA 11 aprile ore 17.30 davanti Esselunga

ERCOLANO 11 aprile ore 18.00 piazza Pugliano

DESENZANO DEL GARDA 11 aprile ore 18.00 piazza Malvezzi

BRESCIA 10 aprile ore 20.45 assemblea al Magazzino 47

MANTOVA 10 aprile ore 21.00 via Chiesa Nuova 10

NOVI LIGURE 11 aprile ore 17.00 piazza Collegiata

CUNEO 11 aprile ore 17.00 piazzale stazione ferroviaria

PORDENONE 11 aprile ore 17.30 viale Mazzini davanti stazione ferroviaria

FANO 11 aprile ore 17.30 via Serravalle 16

SAVONA 13 aprile ore 17.30 piazza Sisto IV

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: , , , , , , , , , , , , ,