Documentary in Europe, a Bardonecchia rassegne e workshop del cinema non fiction

È stata presentata questa mattina alla Mole Antonelliana la quindicesima edizione di Documentary in Europe, l’evento che si svolgerà a Bardonecchia da martedì 5 a venerdì 8 luglio. In questi tre lustri di attività, l’evento valsusino è diventato un’occasione unica di incontro tra produttori, registi, responsabili delle più importanti emittenti televisive europee, addetti ai lavori e semplici appassionati per discutere e valutare le proposte di nuovi documentari e fare il punto sullo scenario internazionale del documentario. Nel corso delle passate edizioni sono stati presentati 300 progetti e 80 di questi sono diventati film, 50 le televisioni che hanno partecipato con circa 300 partecipanti all’anno.

Il workshop sarà articolato nelle due sezioni del Pitching forum e del Match making. Il Pitching forum è una sorta di rampa di lancio per i prodotti già conclusi, un punto d’incontro fra 22 produttori selezionati e le emittenti televisive; il Match making, invece, è un incubatore che farà incontrare 12 autori e registi il cui lavoro è ancora allo stato embrionale con i produttori e i distributori europei in grado di portare il loro prodotto sui grandi e piccoli schermi. Fra Pitching forum e Match making sono ben 164 i progetti che sono pervenuti nella sede della manifestazione da 28 paesi, segno evidente di una vitalità ormai globale del genere documentaristico. La novità assoluta di questa edizione è la sessione Rough shots nella quale 8 filmmaker selezionati avranno la possibilità di mostrare i loro lavori, ancora in fase di produzione e postproduzione, ai partecipanti e ai professionisti di Documentary in Europe.

Contemporaneamente al workshop non mancherà lo spazio rivolto al pubblico e agli appassionati di cinema con la decima edizione della Settimana del documentario, una rassegna di produzione rigorosamente made in Italy, gratuita e aperta a tutti, che occuperà tutti i pomeriggi da lunedì 4 a venerdì 8 luglio, a partire dalle 17:30. A inaugurare il workshop sarà, con una proiezione aperta al pubblico, il film Cinema Komunisto di Mila Turajlic, il regista protagonista della masterclass di mercoledì 6 luglio alle ore 14:30. Il film racconta la storia del secondo studio cinematografico più grande d’Europa, la Avala Film Studios, nato nei pressi di Belgrado per volere di Tito al fine di creare una finzione propagandistica miseramente crollata dopo la guerra.

Per info sui workshop e sul programma della manifestazione: www.docineurope.org