Denunciato per un reato commesso su Facebook

E’ iniziato tutto con una serie di battute goliardiche tra amici, pubblicate sul social network Facebook, ma poi la cosa è degenerata. Un giovane del cuneese, forse pensando che le sue affermazioni restassero nell’ambito della Rete del più frequentato network a livello mondiale, ha inserito sulla sua pagina personale una fotografia della polizia municipale di Bra alla quale ha fatto seguire una serie di commenti, suoi e dei suoi contatti.Fin qui, tutto nella norma. Sono moltissimi gli utenti che pubblicano foto e commenti di genere vario su Facebook, ma il giovane, un 20enne di Bra, si è lasciato prendere la mano lanciando ingiurie e calunnie sul corpo di polizia della città della Zizzola. Ingiurie che non sono passate insosservate ai suoi stessi amici e contatti che hanno accesso alla sua pagina sociale e che hanno riportato i fatti alla polizia. Il braidese è stato, così denunciato per il reato di ingiura aggravata.

 



In questo articolo: