La domenica di Cinemambiente: è il giorno di Pierre Rabhi

cinemabienteAd aprire la giornata di domenica 2 giugno sarà il primo appuntamento con gli Eco Eventi, Eating City La città che mangia, Pranzo contro gli sprechi alimentari, un pranzo gratuito a base di cibi in eccedenza preparato da chef d’eccezione. Basato sulla filosofia del non sprecare, Eating City colorerà la domenica cittadina al centro di Torino per dimostrare come un nuovo rapporto con le risorse alimentari sia possibile. Lo stesso concetto è portato sul grande schermo da Food Savers, in cui il regista Valentin Thurn documenta la battaglia per il recupero della considerazione del cibo nella società contemporanea, in cui gli sprechi alimentari sono un’emergenza sempre più evidente. Per il Concorso Documentari Internazionali, Lost Rivers di Caroline Bacle, un vero e proprio viaggio alla scoperta dei fiumi perduti, dal Saw Mill River di New York al Bova-Celato di Brescia: canali e corsi d’acqua che sono stati sommersi per far spazio a più comode strade in terra.
Anche Monika Crha e Angelo Santovito con Come l’abete, sapiente delle cose dell’alto, guidano lo spettatore alla scoperta di un mondo segreto, quello dell’ordine monastico dei benedettini camaldolesi, che per secoli hanno tutelato il paesaggio praticando uno sviluppo socio-economico sostenibile.
Portavoce della tutela della Terra, sarà ospite a CinemAmbiente nella giornata di domenica 2 giugno Pierre Rabhi, il contadino poeta pioniere dell’agricoltura ecologica ed esperto internazionale per la lotta contro la desertificazione. Rabhi dialogherà con il pubblico in una delle sue rare apparizioni nel corso dell’incontro degli Ecotalk Per la terra e per l’uomo, insieme ad Andrea Segrè. Durante la serata, inclusa nel festival Per sentieri e remiganti e realizzata in collaborazione con AiCARE, verrà inoltre proiettato Il mio corpo è la terra, una docu-intervista a Pierre Rabhi per la regia di Carola Benedetto e Igor Pimetti.



In questo articolo: