Il Torino calcio a casa UGI: “Bimbi, avremo sempre tempo per voi”

DSC01816 - bisLe emozioni più significative della visita del Torino F.C. a Casa Ugi sono tutte racchiuse nei sorrisi dei bambini. I piccoli malati di tumore che i volontari dell’Ugi ospitano nella struttura di corso Unità d’Italia (22 alloggi per poter accogliere non solo i giovanissimi pazienti, ma anche le loro famiglie) arrivano da tutto il mondo, dal Sudamerica come dall’Africa, italiani e mulatti accomunati solo da un grande male. Questa sera però lo sguardo sognante (il loro e quello delle orgogliosissime mamme) era rivolto solamente ai beniamini del Toro, arrivato al completo per augurare un felice Natale e donare qualche ora di felicità.

DSC01807 - bisUna visita volutamente tenuta sotto traccia per poter essere liberi di concentrarsi sui protagonisti, sui bimbi che ogni giorno lottano per la vita, per non farli sentire soli. Torino e Ugi uniti da quest’obiettivo, giocatori granata entusiasti di prendere in braccio i neonati, di abbracciare le bimbe, di mangiare la torta preparata da una mamma apposta per loro.
E, come ogni Babbo Natale che si rispetti, di portare i regali: palloni, gagliardetti e maglie autografate per grandi e piccini, con una promessa che viene direttamente dal mister Giampiero Ventura:

Per noi essere qui è un motivo di grande orgoglio, vogliamo che voi vinciate la partita più importante, quella della vita. E venite a trovarci agli allenamenti del martedì (sono quelli sempre a porte aperte, ndr), noi vi promettiamo che avremo sempre un po’ di tempo per stare con voi

DSC01827 - CopiaEntusiasta dell’iniziativa anche Franco Sarchioni, presidente di Casa Ugi a Torino che si auspica che questa collaborazione con la società granata possa durare a lungo:

Il Toro per tradizione e caratteristiche è abituato a mettere in campo grinta e determinazione, per cui spero che oggi riusciate a regalare parte di quella grinta anche a questi bambini.