Seguici su

Biella

Biella prima in Piemonte per numero di aborti

Redazione Quotidiano Piemontese

Pubblicato

il

incidente-in-moto-a-cerrione-1-2685A Biella si effettuano 357 aborti l’anno, praticamente uno al giorno. Questo dato proietta la cittadina piemontese ai vertici regionali, considerando che a Vercelli nel 2013 sono stati eseguiti 278 interruzioni di gravidanza e nel Vco 191. A spiegare questi numeri ci pensa il primario di Ostetricia e Ginecologia Roberto Jura che ammette una semplice verità:

Il dato è alto perché noi offriamo il servizio, come richiesto dalla legge, 7 giorni su 7. Cosa che forse altri ospedali non fanno perché non hanno medici non obiettori a sufficienza rispetto alle richieste.

All’ospedale Degli Infermi di Biella di obiettori ce ne sono “solo” 5 sugli 11 totali e ogni anno si presentano 50-60 donne anche da fuori provincia. Il 50% delle donne biellesi preferisce utilizzare la pillola Ru486, meno invasivo rispetto all’intervento chirurgico, ma che ha dei tempi molto stretti per poter essere efficace.

Bisogna essere veloci a fare il test di gravidanza, la visita, a richiedere e assumere il farmaco entro la settima settimana di gravidanza e, dopo 7 giorni, a sottoporsi al controllo. Ciò non è possibile se consultori e ospedali non sanno dare una risposta nell’arco di 48 ore.

La Ru486 è tornata d’attualità dopo il caso della donna morta a Torino dopo l’interruzione di gravidanza con questo metodo, ma Jura tiene a precisare che le complicazioni sono statisticamente minime:

Nel mondo si parla di 14 decessi su 1.520.000 pillole somministrate: nel caso torinese probabilmente la morte è avvenuta per cause che nulla hanno a che vedere con il farmaco.