Luca Barisonzi, in carrozzina dopo un agguato in Afghanistan, tenta l’impresa: scalare il Monte Rosa

monte-rosaLuca Barisonzi, maresciallo dell’esercito italiano ferito in un agguato in Afghanistan nel 2011, vuole realizzare un’impresa mai tentata prima da una persona tetraplegica: raggiungere Capanna Regina Margherita sul Monte Rosa a 4.554 metri di altitudine manovrando una speciale carrozzina elettrica cingolata. La scalata, ribattezzata “Toccando il cielo”, avrà luogo sabato 26 e domenica 27 luglio. Sarà accompagnato da Luca Colli, personal trainer, alpinista estremo e scalatore in velocità delle più alte vette in giro per il mondo. L’operazione è stata preparata nei minimi dettagli. Prima di tentare l’impresa, Barisonzi si è sottoposto a scrupolose verifiche mediche effettuate presso il Centro di Medicina della Montagna di Aosta e Chamonix. Il progetto è finanziato attraverso una campagna di crowdfunding e fundraising, sviluppata in collaborazione con Spazio Vita Niguarda Cooperativa Sociale Onlus. Ulteriori informazioni sul progetto all’indirizzo: toccandoilcielo.wordpress.com



In questo articolo: