Frase choc del parroco di Lombardore: ‘Gay da combattere, il Signore li fulminerà’ – video

don stefano teisaUn’omelia che si trasforma in accusa: “I gay sono da combattere, il Signore gli mandi delle saette”. A parlare è don Stefano Teisa, parroco della chiesa di Lombardore, alle porte di Torino. La frase incriminata l’ha pronunciata durante la processione della Virgo Fidelis, patrona del corpo dei carabinieri e festeggiata congiuntamente dai comuni di Leinì, Lombardore e Rivarossa. Come racconta “Il Bombarolo“, il prete avrebbe anche mancato di rispetto al primo cittadino di Leinì, Gabriella Leone, presente nell’occasione, affermando “non la conosco e non voglio conoscerla”. Immediata la reazione del collega sindaco di Lombardore Diego Bili: “Non siamo più nell’epoca dell’inquisizione, basta tabù”. Don Teisa non è nuovo ad esternazioni molto personali sul mondo omosessuale. Nel 2002 pubblicò il libro “Le strade dell’amore. Omosessualità e vita cristiana” (Città Nuova Editrice) in cui spiegava la sua visione teologica dei gay: “L’atto omosessuale è costitutivamente anticreazionale e tende ad annullare l’opera di separazione operata da Dio nel caos originario. In altri termini esso è in forte contrasto con l’ordine che il Creatore ha voluto per l’essere umano”. Il parroco piemontese aveva poi preso parte ad un ciclo di incontri in cui si rivolgeva al pubblico con specificità ancor maggiore. Eccolo in video.