Seguici su

Cronaca

La giornata dei Forconi in Piemonte, cronaca di un flop

Redazione Quotidiano Piemontese

Pubblicato

il

forconiEntro il 9 dicembre dovranno sciogliere le Camere e andare a casa“. Il 5 dicembre doveva essere la giornata dei Forconi invece è stata la cronaca di un “flop”. “Flop” è infatti l’aggettivo più utilizzato per descrivere la mobilitazione che doveva bissare le giornate del dicembre 2013 quando diverse città furono bloccate per alcuni giorni. A Torino stamattina in piazza Crispi erano in sei. Gli altri presidi convocati in provincia (Rivoli, Pinerolo e Nichelino) non hanno mai superato le 20 unità e non hanno provocato alcun problema al traffico. Adesioni che si contano sulle dita di una mano anche a Cuneo e Biella. A differenza dell’anno scorso, alla protesta non hanno aderito né gli ambulanti né gli autotrasportatori. Imponente, invece, lo schieramento delle forze dell’ordine, che in tutti i presidi ha superato numericamente quello dei manifestanti. “Ci aspettavamo tanta gente – hanno affermato i pochi manifestanti in piazza – pensionati, operai, licenziati, non c’è nessuno. Forse hanno avuto paura”. Oppure, come commenta laconicamente Giuseppe Tano, referente del Movimento Barriera Libera Derna, “oggi il Movimento dei Forconi è morto”.

Iscrivi al canale Quotidiano Piemontese su WhatsApp, segui la nostra pagina Facebook e continua a leggere Quotidiano Piemontese

adv

Dalla home

adv

Facebook

adv