La Marsigliese apre il Torino Film Festival

Senza una parola retorica, ma con le note della Marsigliese, l’inno della Francia e una gigantesca bandiera francese di sfondo sul monitor dietro al palco si è aperta la trentratreesima edizione del Torino Film Festival. I 1500 invitati all’Auditorium del Regio si alzano in piedi prima di ascoltare le parole di Fassino. “Chi ha seminato morte vorrebbe cambiare le nostre vite, ma noi rispondiamo che no, la nostra vita non la cambieremo”. Il sindaco legge poi la lettera che gli è arrivata dai genitori di una ragazza italiana 18enne che abita a Gerusalemme e ricorda l’esperienza drammatica che si vive quotidianamente in quel paese, “nonostante la città sia bersaglio continuo di attentati, noi continuiamo a vivere», invitando anche noi in Europa a non lasciarci fermare dalla paura e dalla rabbia.
Oggi altra giornata intensa per tutti i gusti. Oltre al terzo e penultimo concerto di Madonna, Venaria ospita il premier Renzi, il ministro alla semplificazione Marianna Madia e il ministro alla cultura Dario Franceschini. Stasera al Juventus Stadium la partita Juve-Milan.



In questo articolo: