Alessandro Bertolazzi: da Casanova Elvo a 15 chilometri da Vercelli al premio Oscar per il Makeup

Dalle risaie vercellesi al premio Oscar: questo il percorso umano e professionale di  Alessandro Bertolazzi che ha vinto la prestigiosa statuetta per  Suicide Squad. Bortolazzi è originario di Casanova Elvo comune di 250 abitanti in provincia di Vercelli.  Un paese tra le risaie a nord del Torrente Elvo da cui prende il nome, in piene terre d’acqua e riso con a nord ovest il Canale Cavour e a nord est il Torrente Cervo.

La famiglia del padre di Alessandro Bertolazzi è di origine di Casanova Elvo dove Bertolazzi ha passato i primi anni della sua vita. Poi la famiglia si è trasferita a Reggio Emilia, città di origine della madre. A Casanova hanno vissuto per anni delle cugine che poi anche loro sono andate a vivere a Bologna e Reggio, ma che ogni tanto ritornano in paese.

A Casanova, oggi 250 cittadini, ma a inizio secolo c’erano mille abitanti, ricordano Alessandro da piccolo. La vicina di casa delle cugine: “l’abbiamo visto in televisione questa mattina con l’Oscar in mano, è una bella soddisfazione. Speriamo torni a Casanova presto per festeggiarlo”.
Anche il sindaco Giorgio Gallina lo aspetta: “La vittoria agli Oscar di Alessandro ha rappresentato un grande momento che ci ha riempito d’orgoglio: lo aspettiamo a braccia aperte.La sua famiglia è originaria di questo paesino: ogni anno invitiamo suo padre ad una festa del paese, e lui viene sempre. Siamo molto contenti di questo risultato, e lo abbiamo già invitato a venire a trovarci a Casanova”.
Sempre dalle terre delle risaie arriva Marta Roggero, la sua più stretta collaboratrice, di Villarboit, la cui famiglia è originaria di Livorno Ferraris.