Allarme polmonite in Lombardia: 150 casi rilevati. Come fare prevenzione in Piemonte

E’ allarme polmonite in Lombardia a causa di un’epidemia che ha colpito soprattutto nel bresciano, con oltre 150 casi rilevati negli ultimi giorni nella zona tra Montichiari, Carpenedolo e Calvisano.
E’ stata disposta l’autopsia su due decessi registrati fino ad ora: un uomo di 85 anni di Carpenedolo e una donna di 69 anni di Mezzane di Calvisano. L’autopsia servirà a stabilire se il decesso è legato al batterio contratto o a complicanze intervenute a causa dell’età e delle condizioni di salute. Due i casi accertati di legionella a Brescia. Le persone colpite sono soprattutto over 60.
A confermare l’emergenza è la Regione Lombardia, che ha avviato un’indagine epidemiologica. Sono partiti i controlli a tappeto sulla rete idrica per capire se la causa possa essere un batterio annidato nelle acque dato che sarebbe emerso che molti dei contagiati usano acqua di pozzi privati e non dall’acquedotto.

Per difendersi da potenziali contagi conviene provvedere alla manutenzione dei punti di emissione dell’acqua del rubinetto nelle abitazioni attraverso la sostituzione dei filtri o lasciandoli a bagno con anticalcare; lasciar scorrere l’acqua calda e poi la fredda prima di utilizzare acqu, allontanandosi dal punto di emissione dopo l’apertura dei rubinetti e aprendo le finestre.
E’ opportuno evitare le fonti di emissione di acqua vaporizzata come irrigatori automatici o delle fontane delle abitazioni. Attenzione a fare la doccia solo dopo aver fatto scorrere l’acqua calda e fredda ed essersi allontanati dal punto di emissione dell’acqua. Conviene evitare l’utilizzo di vasche con idromassaggio; evitare di irrigare i giardini utilizzando pompe con diffusori a spruzzo; evitare di lasciare esposte al sole le canne per irrigazione di orti e giardini; evitare l’impiego di acqua del rubinetto per riempire gli apparecchi per aerosolterapia o ossigenoterapia; smontare, discrostare e disinfettare i filtri dei rubinetti, i soffioni e i tubi flessibili delle docce e eventualmente provvedere alla loro sostituzione; portare la temperatura dell’acqua calda a 70° – 80°C per tre giorni consecutivi assicurando il suo deflusso da tutti i punti di erogazione per almeno 30 minuti al giorno.

La polmonite è un processo infiammatorio che interessa i polmoni la cui causa sono  infezioni batteriche o virali. I soggetti a rischio sono generalmente  persone con età al di sotto dei due anni e al di sopra dei 65.

I sintomi della polmonite corrispondono alla risposta all’infezione con difficoltà respiratorie, da non confondere con quelli di una banale influenza, con tosse, malessere generale e febbre.



In questo articolo: