Scoppia un caso per l’assegnazione del posto su un aereo a Laura Boldrini riservato per un imprenditore di Cuneo

E’ nato un caso da quanto accaduto a Duilio Paolino imprenditore cuneese ed ex presidente di Confindustria Cuneo e l’onorevole Laura Boldrini sul volo Roma – Genova del 16 settembre.
Paolino, dopo essere rientrato a Busca dove ha sede la Cosmo specializzata in macchinari per l’agricoltura di cui è presidente, si è lamentato con Alitalia:
“Avevo prenotato il volo 1391 e avevo effettuato regolare pagamento upgrade con scelta del posto. Al momento della registrazione mi viene comunicato che sono stato spostato al 20C senza che nessuno faccia riferimento al fatto che io avevo pagato 15 euro proprio per quello spazio; ma mi è stata data la motivazione secondo la quale una persona portatrice di handicap avrebbe dovuto avere quel posto. Non ho fatto alcuna obiezione e non ho nemmeno pensato a chiedere il rimborso.Con grande stupore e arrabbiatura, ho constatato che il mio posto era stato assegnato ad un politico e ai suoi accompagnatori. Non contesto il fatto che mi sia stata raccontata una bugia, ma è stato fuori luogo il modo e il comportamento adoperati dalla compagnia di fronte a clienti come il sottoscritto che paga regolarmente il biglietto e in viaggio per lavoro”.
La Boldrini nega i fatti e scrive su Facebook: “Nel volo che ho preso da Roma a Genova mi sono seduta a bordo, come è normale che sia, nel posto indicato dalla carta d’imbarco ottenuta con check-in online 24 ore prima del volo Alitalia. Non è intervenuto nessuno della compagnia area per assegnarmi un posto di favore e non c’è stata nessuna discussione con la mia scorta visto che non c’era.”
Ansa sostiene che secondo fonti aziendali, l’Alitalia avrebbe avviato un’indagine interna sul caso.

Durante la puntata del 20 settembre 2018 de La Zanzara Duilio Paolino ha confermato la sua versione.



In questo articolo: