Calano i visitatori del Museo del Cinema nel 2018

Il Museo Nazionale del Cinema alla Mole Antonelliana nel 2018 è stato visitato da 649.939 persone. Rispetto alle 704.000 presenze del 2017, sono stati venduti 55.000 biglietti in meno. La diminuzione del 7,7% è in parte giustificata dal fermo dell’ascensore panoramico per manutenzione nei mesi di settembre e ottobre, che ha comportato la perdita di almeno 25.000 visitatori. Resta comunque un saldo negativo di circa 30.000 presenze (4%), distribuite tra gennaio e ottobre, mentre la tendenza si inverte nei mesi di novembre e dicembre, grazie anche all’esposizione della “Vespa” di Nanni Moretti in Caro diario e dell’”Omaggio a Marilyn Monroe”, attualmente in corso: una delle grandi attrazioni del periodo natalizio.

Positivo inoltre il saldo degli incassi, che passano da euro 4.611.737 nel 2017 a euro 4.762.285 nel 2018, con un aumento del 3,3%.

Il Cinema Massimo è stato frequentato nel 2018 da oltre 150.000 spettatori, in leggera crescita sul 2017. Ai 95.282 biglietti venduti direttamente (per un incasso di euro 474.490) si aggiungono infatti circa 65.000 spettatori dei festival del Museo (TFF, Lovers e Cinemambiente) e delle numerose manifestazioni che tendono a trasformare il Massimo in una vera e propria sala di comunità.

Le due sale dedicate al cinema di prima visione (Massimo Uno e Due) nel 2018 hanno venduto complessivamente 70.289 biglietti (per un incasso di euro 368.658) con un aumento di circa l’1%, a fronte di un mercato cittadino in calo tra il 3 e il 4%.

Il Massimo Tre ha invece venduto meno biglietti: 24.993 nel 2018 contro i 31.411 del 2017, perché rispetto all’anno precedente sono stati dedicati oltre 100 spazi di programmazione in più a manifestazioni organizzate da realtà cinefile torinesi, come Sotto18, Seeyousound, Piemonte Movie, ToHorror, Viewfest, Fish&Chips e altri.

Per il Cinema Massimo ci sono anche altre interessanti novità.



In questo articolo: