Dodici arresti tra la Calabria e l’Ossola in un maxi-blitz contro ‘ndrangheta.

Questa mattina, giovedì 10 gennaio, è scattato l’arresto per dodici persone coinvolte in un maxi-blitz contro la ‘ndrangheta coordinato dai carabinieri del comando provinciale di Catanzaro nell’ambito dell’operazione “Reventium” in collaborazione con i militari del comando provinciale di Verbania e quelli della compagnia di Domodossola. 

Il fermo è stato disposto dalla Direzione distrettuale antimafia calabrese guidata da Nicola Gratteri, che ha sgominato una faida tra gli Scalise e i Mezzatesta che era iniziata per il controllo dell’attività criminale tra le montagne del territorio di Catanzarodopo dopo l’omicidio nel 2001 di Pino Scalise

Sono anche stati divulgati anche i nomi degli arrestati: Pino Scalise, 60 anni, Luciano Scalise (40), Andrea Scalzo (37), Angelo Rotella (35), Vincenzo Mario Domanico (42), Salvatore Domenico Mingoia (53), Cleo Bonacci (56), Eugenio Tomaino (54), Giovanni Mezzatesta (42) e Livio Mezzatesta (49). Inoltre sono stati fermati Ionela Tutuianu (41) e Giuliano Roperti (49) residenti a Domodossola.

Ionela Tutuianu sarebbe coinvolta perché teneva attivi i rapporti tra gli affiliati in carcere e quelli in libertà.

 



In questo articolo: