Abbattono una cabina dell’Enel, due ringhiere e finiscono sul greto del fiume, salvi

Fortunatamente se la sono cavata con 5 giorni di prognosi l’uomo di mezza età e la donna 44enne di origine marocchina, che nella notte di domenica 20 gennaio intorno alle 2,30, dopo avere distrutto una cabina dell’Enel e abbattuto due ringhiere del marciapiede, hanno perso il controllo dell’auto e hanno fatto un volo di oltre 10 metri finendo la corsa sul greto del fiume.

E’ successo altezza della rotonda del Po, in uscita da Casale in direzione di Oltreponte. I due erano a bordo di una Jaguar che fortunatamente ha attutito l’impatto salvando la vita ai due.

Sul posto oltre ai carabinieri del Nucleo radiomobile di Casale, che adesso indagano sull’incidente, i vigili del fuoco e gli uomini del 118 che hanno trasportato i due in ospedale per accertamenti: per loro la prognosi è di 5 giorni.



In questo articolo: