Ivrea, 4 misure cautelari per spaccio nei pressi delle scuole

Il 18 gennaio 2019 gli agenti del Commissariato di Ivrea hanno eseguito 4 misure cautelari emesse dal G.I.P. presso il Tribunale di Ivrea, su richiesta della locale Procura nei confronti di quattro persone che si sono rese responsabili in concorso del reato continuato di spaccio di sostanze stupefacenti. I malviventi,  A. A. E. del 1995; R. R. del 1999; G. M. del 1977; P.D. del 2000, spacciavano hashish, marijuana e cocaina a minorenni nei pressi di molti istituti scolastici della città, sia nei giardini e in altri luoghi all’aperto, sia in un appartamento occupato abusivamente. Quest’ultimo era divenuto una vera e propria centrale di ricettazione di materiali rubati e di smistamento della droga e, quindi, punto di riferimento per tutti gli studenti minori che si recavano lì, dopo scuola, per acquistare lo stupefacente.

L’indagine, durata un anno e iniziata quando un genitore, preoccupato per la figlia che spesso passava le notti fuori casa e poi non si presentava neanche a scuola, ha permesso di scoprire il suddetto appartamento di cui la ragazza era ospite fissa.

R. R. e G. M. sono stati fermati rispettivamente a Ivrea ed in Liguria e sono stati ristretti presso le rispettive case circondariali. A. A. E. e P. D. si trovavano già ristretti per altra causa presso il carcere di Monza e pertanto al primo veniva notificata la custodia cautelare in carcere e al secondo l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.



In questo articolo: