Il Toro batte l’Udinese dopo 11 minuti di recupero e due interventi del Var

Partita infinita tra Toro e Udinese, con i granata che vincono 1-0. All’Olimpico Grande Torino capita di tutto: un gol buono, uno annullato, un rigore parato, due espulsioni, due interventi del Var e ben 11 minuti di recupero.

Primo tempo equilibrato, con occasioni per Belotti e Pussetto, poi arriva al 31′ il gol di Ola Aina a mandare il Toro al riposo in vantaggio.

Nella ripresa il Toro sembra più convinto e due volte si avvicina al raddoppio. Al 57′ espulso Mazzarri per proteste. Poi arriva il rigore per l’Udinese. Al 74′ il fallo è di Djidji su Okaka e all’arbitro serve il consulto con il Var per assegnare il rigore, che però Sirigu riesce a parare a De Paul.

La beffa per il Toro sembra arrivare a due minutti dal 90′ con Okaka, dopo che da qualche minuto l’Udinese aveva alzato il proprio raggio d’azione. Ma dopo un lungo consulto al Var arriva la decisione di non convalidare il gol per un fuorigioco di Lasagna sul tiro dell’attaccante bianconero.

Visto anche il tempo perso per il consulto al Var l’arbitro Guida decide per un recupero record di 11 minuti, durante i quali c’è il tempo per il secondo giallo e la conseguente espulsione di De Maio e per una traversa rocambolesca dell’Udinese: tiro di De Paul deviato da Djiji prima su Sirigu e poi sulla traversa. Finalmente al 101′ arriva il fischio finale.

 



In questo articolo: