Incendio nel carcere Lorusso e Cutugno di Torino, bruciata la cucina della scuola di pasticceria e panetteria

Situazione di grande tensione in atto nel carcere Lorusso e Cutugno  di Torino. “Un grosso telone di plastica, che custodia plastica e maceri, posto tra i due Padiglioni detentivi B e C, è stato attinto da fiamme causate da un probabile lancio di torce e razzi dall’esterno. Sul posto, oltre al personale di Polizia Penitenziaria, sono intervenuti e presenti i Vigili del Fuoco. Sono in atto accertamenti per capire chi è stato e perché ha causato questo atto folle e sconsiderato, ma intanto è andata in atto una rumorosa protesta dei detenuti, comprensibilmente preoccupati dalle fiamme e dal fumo”, spiega Vicente Santilli, segretario regionale per il Piemonte del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, il primo e più rappresentativo della Categoria. “Il personale di Polizia è intervenuto prontamente, cercando di tranquillizzare i detenuti e dandosi da fare per spegnere le fiamme, alte e pericolose. La situazione è comunque monitorato e sotto controllo”.

L’incendio è scoppiato dopo la conclusione del corteo antagonista che oggi ha attraversato il quartiere Vallette. Un centinaio di persone hanno sfilato in seguito ai disordini di ieri e in opposizione al presidio poco lontano di CasaPound. Il corteo sembrava essersi concluso senza incidenti. E’ probabile invece che uno o più fumogeni siano stati lanciati oltre le mura causando l’incendio.

Aggiornamento.

Le fiamme hanno interessato il deposito dell’isola ecologica del carcere e la cucina della scuola di pasticceria e panetteria per i detenuti. Sono esplose alcune bombole di gas e alla fine l’edificio che contiene la cucina della scuola è crollato.



In questo articolo: