È di Novara uno dei due aspiranti jihadisti fermati a Palermo

La Procura di Palermo è riuscita a fermare due persone, pronte a partire per unirsi all’Isis. Si sono allenati per mesi in azioni di sabotaggio, nell’uso di armi e per preparare il fisico alla vita militare. Giuseppe Frittitta, 25 anni, palermitano residente in Lombardia, e, Ossama Gafhir, un marocchino di 18 anni, che vive a Novara sono accusati di istigazione a commettere reati di terrorismo e autoaddestramento per commettere atti terroristici. Intercettati dalla procura, inneggiavano alla Jihad: “La legge di Allah si applica con la spada e bisogna essere crudeli con i traditori e con i ribelli. Gli apostati  – diceva Ossama Gafhir a Giuseppe Frittitta, convertito all’Islam – sono una malattia e non avranno che la spada come medicina. E’ arrivata l’ora del combattimento”.



In questo articolo: