Le dichiarazioni politiche dal Piemonte del 2 maggio

La raccolta quotidiana delle dichiarazioni dei politici dal Piemonte. Paolo Zangrillo deputato di FI, coordinatore regionale degli azzurri in Piemonte e capogruppo in Commissione Lavoro a Montecitorio:

Le bugie hanno sempre le gambe corte e come volevasi dimostrare ecco arrivare la doccia fredda per Di Maio & Compagni. Nei primi tre mesi del 2019, come evidenziato da Unioncamere Piemonte, il tessuto produttivo regionale ha registrato l’ennesima contrazione. Oggi la nostra regione può contare su oltre 3mila imprese in meno. Alla faccia della ripresa propagandata tanto decantata da Di Maio, ricordiamo un +0,2% che costituisce un semplice rimbalzo tecnico peraltro minore di tutti, ma proprio tutti, gli altri Paesi Ue. Sicuramente questa situazione non è tutta farina del sacco dei 5Stelle, visto che anche il centrosinistra ha pesanti responsabilità dovute ai cinque anni di nulla prodotti dal centrosinistra di Chiamparino. E’ necessario cambiare il governo nazionale e regionale al più presto e finalmente abbracciare il programma di centrodestra uscito vincitore dalle elezioni del 4 marzo: un programma basato su meno spesa corrente, meno tasse e più investimenti.