Un robot musicista suona l’arpa laser per celebrare il genio di Leonardo

Si chiama RobOz, il robot sviluppato grazie all’uso di tecnologie aperte e componenti open source di proprietà dell’ordine degli Ingegneri di Torino, che suonerà l’arpa laser, accompagnato al piano da Antonio De Rosa. Insieme a RobOz, canti, tamburi, note come immagini luminose e un pianoforte che suona da solo, introdotti da una breve presentazione di alcuni docenti, saranno i protagonisti di un evento unico, che vede il concorso di vari e prestigiosi soggetti essendo parte di un progetto del Conservatorio di Torino, curato da Valeria De Bernardi, realizzato in collaborazione con i gruppi di ricerca del Politecnico di Torino, il supporto dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Torino e del progetto DREAMO.

All’evento “Leonardo: la festa è in musica”, per i 500 anni dalla scomparsa del genio, nel ciclo di iniziative promosso dalla Città di Torino
“Leonardo da Vinci – Disegnare il futuro” verranno eseguiti brani musicali direttamente o indirettamente connessi alla figura di Leonardo da Vinci e scritti da Alexander Agricola, Johann Sebastian Bach, Ludwig van Beethoven, William F. Ludwig, Andrè Philidor, Hermann Regner, Roman Vlad (nel centenario della nascita).

L’appuntamento, che è per domani, mercoledì 15 maggio 2019, dalle ore 17,30, presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino (piazza Bodoni), è a ingresso libero.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.conservatoriotorino.gov.it