Torino, stabile di corso Vigevano 41 inagibile, ma gli inquilini non vogliono lasciarlo

Dopo le forti piogge e la grandine che hanno colpito la zona nord di Torino e le città della cintura nord, lo stabile di corso Vigevano 41 ha subito delle infiltrazioni, che hanno fatto cedere la controsoffittatura. I tecnici del comune hanno dichiarato inagibile i locali, anche per anomalie all’impianto elettrico, ma i settanta inquilini che vi abitano, in buona parte stranieri con bambini, non vogliono abbandonare le loro case.

LEGGI ANCHE Il maltempo fa danni a nord di Torino. Grandine e uragano a San Mauro, Gassino, Chivasso e Settimo Torinese. Metro Porta Susa e Vinzaglio chiuse per allagamento

L’intero edificio appartiene a Giorgio Maria Molino, 76 anni, meglio conosciuto come il “ras delle soffitte”, che a marzo scorso è stato accusato di istigazione alla corruzione e attualmente si trova agli arresti domiciliari.

Il comune ha disposto una palestra della Protezione Civile in via delle Magnolie per accogliere gli sfollati, ma nessuno di loro ha ancora usufruito del servizio. Martedì 25 giugno verrà firmata l’ordinanza comunale, ma è impellente che gli inquilini lascino subito l’edificio per la loro sicurezza.

Foto Google Street View