Terrazze Martini, una mostra racconta 80 anni di rapporto tra la casa di Pessione e la musica

All’inizio erano i “Grandi Concerti Radiofonici Martini & Rossi”, che nel 1936 davano il via a un’iniziativa del tutto innovativa, subito amata dal pubblico e seguitissima per tutte le 352 esecuzioni, andate in onda fino al 1964. Grazie a questi appuntamenti musicali, gli italiani potevano scoprire e apprezzare i più grandi nomi della lirica come la soprano Maria Callas e il tenore Beniamino Gigli. Negli anni Ottanta il legame tra MARTINI e la musica classica è continuato con il ciclo di concerti dedicati a Wolfang Mozart con il violinista Salvatore Accardo. Da oltre settant’anni, inoltre, le Terrazze Martini fanno da palcoscenico ai nomi più importanti della musica italiana ed internazionale, da quella rock alla pop, passando dal jazz e dalla classica: da Herbert Von Karajan a Luciano Pavarotti, da Amalia Rodriguez a Miriam Makeba, da Bill Haley a Cindy Lauper, da Yves Montand a Charles Aznavour. Star di fama internazionale scelgono le Terrazze Martini per il lancio delle nuove uscite discografiche: per esempio, i Rolling Stones a Bruxelles nel 1964, provocano una tale affluenza di pubblico da rendere necessario l’intervento della polizia per dirigere il traffico bloccato ai piedi del grattacielo della Terrazza.

La storia continua nel 2019 grazie alla partnership con il Jova Beach Party, l’evento musicale dell’anno, in cui MARTINI è presente con una speciale Terrazza Martini itinerante. Proprio come ieri, anche oggi prosegue il profondo legame con il mondo della canzone, accompagnando i momenti più importanti e celebrando la musica italiana nel mondo. La Terrazza Martini, che in ciascuna delle tappe si affaccia proprio sul palco principale, diventa dunque il punto di ritrovo di vip e personaggi influenti del panorama musicale italiano che proprio da qui assistono ad un avvenimento che tanto ha a che fare con la musica, ma che nello stesso tempo si presenta come un vero e proprio caso sociale che valica i classici confini del concerto.

A raccontare l’intreccio tra MARTINI e la storia della musica è la mostra “Terrazze Martini. Uno sguardo sul mondo”, in corso fino al 26 agosto a Casa Martini, a Pessione di Chieri. La mostra è organizzata da Casa Martini e Archivio Storico Martini & Rossi, con il Patrocinio di Città di Chieri, ANAI Gruppo Italiano Archivisti di Impresa, Museimpresa e con la collaborazione di Associazione Abbonamento Musei e Turismo Torino e Provincia.
La mostra racconta il lato più “glamour”, quello che ha trasformato ogni evento musicale in un vero e proprio momento memorabile, capace di catalizzare flash di fotografi e pagine di giornali grazie alla presenza dei protagonisti musicali.

Tra i personaggi ritratti, si ritrovano ad esempio Iva Zanicchi che nel 1970 ha ritirato in Terrazza Martini a Milano il Disco d’Oro alla milionesima copia venduta, oppure la band francese Rockets che lo ricevette nel 1978. Tra i più presenti, anche i vincitori del Festival della Canzone Italiana: basti citare Domenico Modugno con “Piove (ciao ciao, bambina)” nel 1959. Star di fama internazionale scelgono le Terrazze Martini per il lancio delle nuove uscite discografiche: oltre ai Rolling Stones, si contano personaggi del calibro di Ray Charles, Dionne Warwick, Rocky Roberts, Nancy Sinatra, Dalida e Julio Iglesias.

La mostra “Terrazze Martini. Uno sguardo sul mondo” è composta da oltre trecento immagini inedite che forniscono al visitatore un’imperdibile opportunità di guardare il mondo attraverso uno straordinario osservatorio sull’arte, il cinema, la moda, la letteratura, la musica, lo sport, il teatro, la televisione e molto altro ancora.