Raccolta carta e cartone, in Piemonte 62 kg per abitante

Il Piemonte si conferma una delle regioni più performanti d’Italia per la raccolta differenziata di carta e cartone, con 277.530 tonnellate recuperate e un pro capite di 62,6 kg/ab. Un dato ben al di sopra della media nazionale che si attesta intorno ai 56,3 chili per abitante. È quanto emerso dal 24° rapporto nazionale presentato nei giorni scorsi da Comieco, Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli imballaggi a base cellulosica. Le province che mostrano indicatori migliori sono quelle di Biella, con un pro capite che supera i 77 chilogrammi, e di Verbania poco sopra i 71 kg/ab. L’area di Torino mantiene il primato in termini di volumi raccolti rappresentando, con oltre 140 mila tonnellate recuperate, circa la metà dell’intera raccolta regionale. Forte crescita per la provincia di Vercelli, che registra un +12,4% in volumi rispetto al 2017.

Cresce dunque la sensibilità nei confronti della tutela ambientale da parte dei cittadini piemontesi, sempre più attenti a differenziare dagli altri materiali carta e cartone, che rappresentano quasi il 13% del totale dei rifiuti urbani raccolti nella regione. Dietro ai buoni risultati raggiunti però non c’è solo l’impegno a differenziare, ma anche un sistema di gestione efficace ed efficiente, capace di garantire a qualunque condizione il ritiro e l’avvio a riciclo di carta e cartone. In particolare, in Piemonte sono presenti 27 piattaforme convenzionate per il riciclo e 6 cartiere.

“Il Piemonte ha una consolidata abitudine alle buone pratiche in tema di raccolta differenziata di carta e cartone coerentemente con le altre regioni del Nord Italia, un‘area che ha raggiunto nel complesso una solida maturità “, dichiara Carlo Montalbetti, Direttore Generale di Comieco. ““L’impegno dei cittadini nel separare e raccogliere correttamente carta e cartone si è tradotto in una crescita del 4,4% rispetto al 2017, grazie anche all’importante lavoro delle amministrazioni locali e all’impegno di Comieco, in grado di assicurare ai Comuni il ritiro delle proprie raccolte e il conseguente avvio a riciclo. A fronte del materiale cellulosico proveniente da raccolta differenziata e dato in gestione al Consorzio nel 2018, Comieco ha riconosciuto circa 9,5 milioni di euro in corrispettivi economici ai 1.055 Comuni piemontesi in convenzione.”

In 21 anni di operatività del sistema consortile, i Comuni italiani hanno ricevuto complessivamente da Comieco oltre 1,6 miliardi di euro in corrispettivi economici a sostegno della raccolta differenziata di carta e cartone: risorse importanti che hanno contribuito alla crescita e alla sempre maggiore efficienza del sistema di gestione dei rifiuti urbani.
A livello nazionale, il rapporto ha fotografato una situazione molto positiva: 3,4 milioni di tonnellate di carta e cartone raccolte nel 2018, con un aumento complessivo del 4%, pari a + 127.000 tonnellate, rispetto al 2017, distribuito in tutte e 3 le macroaree con particolare evidenza al Sud e al Nord.



In questo articolo: