Torino è l’unica grande città italiana con un consumo di suolo oltre il saldo zero

l’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ha presentato i dati relativi al consumo di suolo in Italia che teestimoniano che in un contesto di generale aumento Torino è l’unica città che ha invertito la rotta, restituendo spazi verdi ai cittadini.

Il maggiore contributo a questo risultato arriva dalle opere di stombatura della Dora e dal recupero di alcune aree di cantiere a ridosso dell’Allianz Stadium è più in generale, da una complessiva politica orientata alla riduzione del consumo di suolo.

Le superfici artificiali creano vere e proprie isole di calore all’interno delle quali la temperatura può essere sensibilmente più alta rispetto agli spazi extra-urbani. Secondo l’ISPRA il consumo di suolo costa tra i 2 e i 3 miliardi di euro annui dovuti alla perdita dei servizi ecosistemici del suolo.

La ricerca di ISPRA



In questo articolo: