Notificato l’avviso di chiusura indagine a Luca Pasquaretta

La Procura di Torino ha notificato mercoledì 9 ottobre 2019 l’avviso di chiusura indagine a Luca Pasquaretta. Oltre all’ex portavoce della sindaca di Torino, ci sono altri sette indagati. L’inchiesta si snoda su diversi filoni investigativi. I reati contestati, a vario titolo, vanno dal peculato alla corruzione, fino al traffico di influenze illecite e tentata estorsione.

In una nota Luca Pasquaretta scrive:

“Oggi mi è stato notificato l’avviso di chiusura delle indagini. Finalmente potrò leggere le carte e difendermi con forza e determinazione da accuse che ritengo del tutto infondate.
Chiederò di essere sentito dalla Procura. Produrrò chat, email e documenti in cui si evince inequivocabilmente la mia totale estraneità ai fatti che mi vengono ingiustamente addebitati. Prima parlerò con i magistrati, poi non mi sottrarrò alle domande e alle curiosità dei colleghi giornalisti.
In questi mesi ho volutamente intrapreso la strada del silenzio, ho rispettato il lavoro della magistratura e continuerò a farlo sempre e comunque. Fino a prova contraria. Oltre ogni ragionevole dubbio. Sono dogmi che appartengono alla mia educazione. È questa la giustizia in cui credo. Sono e sarò sempre garantista.
Ho osservato, letto e ascoltato tutto in rispettoso silenzio, il silenzio dei giusti. Mi difenderò con la stessa determinazione che mi ha permesso nella mia vita di raggiungere grandi traguardi: lo devo a me, alla mia famiglia, agli amici e a chi continua a credere in me come uomo e come professionista.
Gli addebiti che mi vengono mossi non intaccano l’orgoglio per il lavoro svolto in questi anni con dedizione e sacrificio. Proverò la mia totale estraneità, chi mi conosce bene, lo sa”.



In questo articolo: