Delitto dei Murazzi, chiesta la perizia psichiatrica per l’assassino di Stefano Leo

Il giudice Irene Gallesio ha disposto una perizia psichiatrica su Said Mechaquat, il 27enne processato a Torino per l’omicidio di Stefano Leo,  avvenuto ai Murazzi lo scorso 23 febbraio. La decisione è stata presa alla prima udienza del processo. Mechaquat è accusato di omicidio premeditato ed ha sostenuto di avere sfogato con l’omicidio una situazione di disagio personale.

La richiesta della difesa, sostenuta dall’avvocato Basilio Foti, di annullare il decreto che dispone il giudizio immediato, è stata respinta. Il legale lamentava la differenza tra l’avviso di chiusura indagini, dove si contestava l’omicidio volontario, e il decreto di giudizio immediato, nel quale è stata aggiunta la premeditazione.



In questo articolo: