Prestiti Personali nel 2020: finanziamenti online e cessione del quinto

Stai pensando alla richiesta di un finanziamento online oppure alla cessione del quinto dello stipendio, o pensione nel 2020? Vuoi però sapere i vantaggi, i requisiti e se è meglio richiedere un prestito personale o una cessione di 1/5 del tuo reddito mensile?

Insomma, se ti stai facendo tutte queste domande sui finanziamenti online, le cessioni del quinto e i prestiti personali sei nel posto giusto.

Iniziamo con il dire che esistono molte tipologie di finanziamenti, sia online che offline, ti consiglio di approfondire la lettura su prestitiperte.com – un portale interamente dedicato a cessione del quinto e prestiti – così da avere una panoramica generale su questo mondo.

Oggi in questa guida andiamo a scoprire i vantaggi nel richiedere un prestito personale online, quali i requisiti richiesti per i prestiti personali, come funziona la cessione del quinto, e qual è la scelta migliore tra i due nel 2020.

Prestiti personali 2020: perché chiederlo online?

Anche se sono diversi anni che è possibile chiedere un finanziamento online, in molti, si chiedono ancora perché rivolgersi a una banca per via telematica, se conviene e soprattutto se è sicuro.

Inoltre, oggi sono davvero molte le soluzioni che si possono trovare direttamente dal proprio PC o dallo smartphone.

Per quanto riguarda i vantaggi che concernono la richiesta di un prestito online troviamo:
La possibilità di chiederlo in qualunque momento senza dover perdere tempo in banca
Velocità nella risposta e nell’erogazione del prestito (alcune finanziarie in meno di 24 ore)
– Possibilità di gestire il prestito e il pagamento delle rate online
– Invio veloce dei documenti e del contratto di finanziamento
Possibilità di pagare spese d’istruttoria ridotte
– Si può scegliere il tasso migliore del finanziamento comparando i migliori prestiti online

Quindi oggi per i prestiti personali del 2020, sicuramente la scelta degli strumenti offerti dalle piattaforme online può essere tra le più indicate. Ma vediamo quali sono i requisiti richiesti!

Requisiti per un prestito personale online nel 2020

Gli istituti finanziari possono stabilire alcune regole specifiche per l’accesso al credito come ad esempio un limite d’età, oppure dei requisiti specifici come possono essere quelli reddituali o lavorativi. Insomma, ogni banca può impostare alcuni parametri diversi da quelli di altri istituti.

Nonostante ciò, possiamo dire che ci sono alcuni requisiti che molte banche e finanziarie hanno in comune.

Tra questi troviamo:
Età massimo sino ai 75 anni
– Un reddito annuo dimostrabile da dipendente privato o pubblico, o da lavoratore autonomo
Nessun protesto oppure segnalazione come cattivo pagatore
– Non bisogna essere sovra-indebitati (l’importo dei finanziamenti in essere non deve superare il 40% dello stipendio)
Richiesta sino a un massimo di 60 mila euro
– Residenza in Italia e documenti in corso di validità
Per i cittadini extra UE, bisogna essere in possesso di un permesso di soggiorno a tempo indeterminato

Cessione del quinto dello stipendio o della pensione nel 2020: cosa sapere?

Nel 2020 sarà ancora possibile richiedere la cessione del quinto della pensione o dello stipendio, anzi questa forma è tra le favorite in quanto permette di richiedere un prestito senza dichiararne la finalità. Inoltre, è più semplice accedervi nel caso si sia pensionati oppure protestati.

Ma in cosa consiste la cessione del quinto della pensione o dello stipendio?

Questo è un prestito personale non finalizzato che permette di ottenere una somma liquida, da restituire con una rata massimo costante pari a 1/5 dello stipendio o della pensione.

La richiesta della cessione della pensione o dello stipendio può essere fatta online presso alcune società finanziarie, come ad esempio: Agos e Findomestic.

Oppure è possibile richiederla direttamente in banca, negli enti finanziari, oppure i dipendenti della Pubblica Amministrazione e Statali possono fare domanda del quinto dello stipendio direttamente all’Inps.

Qualunque sia la modalità di richiesta, questa forma di finanziamento prevede alcuni requisiti tra i quali troviamo:
Un limite d’età per la richiesta pari a 80 anni
– Aver maturato almeno 12 mesi di lavoro presso un ente pubblico o privato
Un contratto a tempo indeterminato, o pari alla durata del prestito (in caso di contratto a tempo determinato)
– Una pensione contributiva (non viene rilasciata a chi prende l’APE Social o a coloro che prendono la Pensione Minima o l’Assegno Sociale)
– Si può richiedere anche nel caso in cui si sia protestati o cattivi pagatori
– Non può essere richiesto in caso di sovra-indebitamento

La cessione del quinto dello stipendio anche nel 2020 rimane una scelta comoda perché permette di ottenere un prestito personale in tempi mediamente brevi, e senza dover fornire eccessive garanzie oltre a quelle derivanti dallo stipendio o dalla pensione.

Finanziamento online o cessione del quinto: quale scegliere nel 2020?

La domanda che potrebbe sorgere spontanea è: è meglio scegliere un finanziamento o la cessione del quinto nel 2020.

Certo porsi questa domanda è lecito, ma naturalmente non è possibile dare una risposta univoca in quanto entrambi presentano dei vantaggi, e si adattano anche a profili differenti.

Quindi la prima cosa è cercare una soluzione che si adatti al meglio alle tue esigenze, alla somma che desideri ottenere, e al tipo di rata che preferisci corrispondere.

Per aiutarti in questa scelta, ecco a chi può convenire maggiormente chiedere un finanziamento online oppure la cessione del quinto.

I finanziamenti online sono consigliati a:
– Coloro che lavorano da meno di un anno per la stessa azienda
– Dipendenti pubblici e privati
– Per chi ha un reddito da lavoratore autonomo, artigiano o commerciante
– Per coloro che vogliono chiedere una somma tra i 30 e i 60 mila euro
– A chi vuole pagare una rata inferiore al quinto dello stipendio o della pensione
– Ai pensionati in giovane età che hanno meno di 75 anni
– A coloro che vogliono ottenere un prestito in tempi rapidi

La cessione del quinto della pensione o stipendio è consigliata invece a:
Coloro che hanno un contratto a tempo indeterminato
– Pensionati
Chi non può richiedere un prestito personale, perché protestato o segnalato come cattivo pagatore
– Ai lavoratori che preferiscono una rata prelevata direttamente dallo stipendio e non da corrispondere in banca

Infine, la scelta, che come abbiamo accennato è personale, può essere fatta anche in base al tasso d’interesse offerto al momento nell’ambito dei prestiti oppure della cessione del quinto.